×

Psichiatri, allarme: “Da marzo 71 suicidi per il Covid”

Psichiatri lanciano l'allarme: in Italia da marzo ci sono stati 71 suicidi dovuti al Coronavirus.

Psichiatri suicidi
Psichiatri suicidi

Gli psichiatri lanciano un allarme, perché la pandemia da Covid-19 sta avendo un impatto molto forte sulla salute mentale delle persone. La chiusura totale avvenuta a marzo, ha avuto delle conseguenze molto gravi sulla mente di moltissime persone, che hanno accusato sofferenza, ansia e depressione durante il lockdown.

Anche gli aspetti economici e la conseguente crisi di questi mesi hanno purtroppo portato diversi uomini e donne al suicidio.

Gli psichiatri lanciano l’allarme

Da marzo, in Italia, si sono registrati 71 suicidi e 46 tentati suicidi, quasi tutti associati alla pandemia da Covid-19. Durante la crisi economica del 2019 si erano registrati 44 suicidi e 42 tentati suicidi.

Di conseguenza, l’aumento dei casi è stato molto evidente. A segnalarlo sono stati gli psichiatri al Convegno Internazionale sulle tematiche legate al suicidio, organizzato dalla Sapienza Università di Roma e con il sostegno della Fondazione Menarini, in occasione della Giornata Mondiale per la prevenzione del suicidio del 10 settembre.

Le persone hanno accusato il peso delle conseguenze della crisi finanziaria, l’isolamento sociale, l’ansia per la pandemia ed eventualmente anche il peggioramento di un disagio psichico già presente in precedenza.

Il Covid-19 ha avuto un impatto molto forte anche sulla salute mentale. Il numero dei suicidi in Italia è aumentato e la preoccupazione che ce ne possano essere ancora nei prossimi mesi è grande. Il risvolto mentale della pandemia è spesso passato in secondo piano, ma gli esperti sono pronti a puntare l’attenzione su questo problema molto delicato e grave.

Contents.media
Ultima ora