×

Treviglio, anziano legge il giornale in piazza: multa da 400 euro

Condividi su Facebook

Treviglio, anziano legge il giornale in piazza. Gli fanno una multa da 400 euro per violazione delle regole del lockdown imposte dall'ultimo Dpcm.

Il sig Colla mostra la multa

Un verbale di quelli che lasciano il segno, nei tempi in cui le restrizioni anti Covid figlie dell’ultimo Dpcm mettono spesso gli operatori della forze dell’ordine in situazioni paradossali. Ma sono situazioni in cui, data l’impennata dei contagi, la sola linea guida è quella del rispetto delle regole.

Anche se a violarle è un ‘innocuo’ anziano che sta leggendo il giornale su una panchina.

Anziano legge il giornale in piazza: la multa

“Il soggetto si attardava sulla panchina per leggere il giornale”. Questa la motivazione della multa elevata in quel di Treviglio, in provincia di Bergamo, nella centralissima Piazza Manara. Parliamo di una zona che è sottoposta a lockdown totale, e che riecheggia le tristissime immagini di morte ed impotenza della prima fase del virus, con i camion delle bare che sfilavano a frotte per portar via i morti.

Tuttavia la seconda ondata di contagi ha determinato una risposta moto più morbida dei cittadini, anche a fare la conta di altre circostanze in cui sono state elevate multe. Ma la più iconica è quella che ha visto lui, Pino Colla, 81enne fotografo in pensione. Secondo la sua versione doveva comprare delle medicine e, dato che c’era fila, si era messo in attesa seduto su una panchina a leggere il giornale precedentemente acquistato.

A quel punto era stato notato da una pattuglia che lo aveva multato per violazione dei limiti imposti dal Dpcm. Importo della sanzione: 400 euro tondi tondi.

Gli altri casi

Il pensionato è in ottima compagnia: con lui anche un 14enne che era a spasso con amici senza mascherina e con tanta voglia di protestare sulla inutilità di quei Dpi. Poi un’estetista che continuava a ricevere clienti, almeno all’arrivo di una vigilessa in borghese ma in servizio che, appena verificate le condizioni per sanzionare, ha tirato fuori il libretto delle multe.

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
merda di petronio nel vicinato vicchy stalkers
9 Novembre 2020 19:32

parolacce e minacce ingiustificate….


Contatti:
Giampiero Casoni

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.

Leggi anche

Contents.media