×

Morte Agitu Ideo Gudeta: arrestato un dipendente dell’azienda

L'assassino di Agitu Ideo Gudeta è un dipendente della sua azienda agricola. L'uomo ha confessato l'omicidio ed è stato arrestato.

Agitu Ideo Gudeta
Agitu Ideo Gudeta

La morte di Agitu Ideo Gudeta, 42enne imprenditrice etiope che era stata vittima di insulti razzisti, ha sconvolto tutti. La donna era stata soprannominata la “Regina delle capre felici” in quanto era la proprietaria dell’azienda agricola biologica “La Capra Felice“.

La Gudeta è diventata il simbolo di integrazione grazie alla sua azienda in Trentino.

Arrestato dipendente della Gudeta

Le indagini per l’omicidio di Agitu Ideo Gudeta sono finalmente arrivate ad una svolta. I carabinieri erano riusciti a risalire ad un dipendente dell’azienda agricola della donna, un ghanese di 32 anni. Tra i due ci sarebbero stati dei litigi per questioni economiche, per questo i sospetti si sono concentrati proprio su di lui.

Sospetti del tutto fondati, visto che l’uomo durante l’interrogatorio davanti a carabinieri e magistrati ha confessato l’omicidio. La donna etiope era arrivata in Italia dieci anni fa e aveva ottenuto lo status di rifugiata. Nel giro di pochi anni aveva avviato “La Capra Felice“, un’azienda agricola biologica nella Valle dei Mocheni.

L’assassino di Agitu Ideo Gudeta è un uomo ghanese di 32 anni, che ha confessato l’omicidio.

Si tratta di un pastore, che era un collaboratore dell’azienda agricola biologica della donna. Il motivo del delitto, secondo quanto lui stesso ha voluto confessare, è uno stipendio non corrisposto. Il corpo senza vita della donna, ambientalista e simbolo dell’integrazione, è stato ritrovato il 29 Dicembre nel suo appartamento situato a Frassilongo, nella Valle dei Mocheni. Una morte che ha colpito l’intera popolazione, visto che la donna era molto conosciuta per i suoi trascorsi e per la sua voglia di fare e di lavorare. Il ghanese è crollato durante l’interrogatorio, ammettendo di averla uccisa perché non aveva ricevuto uno stipendio.

Contents.media
Ultima ora