×

Congo, salme di Attanasio e Iacovacci sono arrivate in Italia

Le salme dell’ambasciatore Luca Attanasio e del Carabiniere Iacovacci sono arrivate in Italia.

arrivo salme Attanasio e Iacovacci
arrivo salme Attanasio e Iacovacci

Sono stati presi in carico da un aereo militare italiano le salme dei due italiani che hanno perso la vita in seguito ad un attacco nella Repubblica Democratica del Congo il 22 febbraio. I feretri dei due funzionari italiani sono arrivati in italia presso l’aeroporto di Ciampino.

A riferirlo il quotidiano “La Repubblica”. Ad accogliere le salme dell’ambasciatore Attanasio e del carabiniere Iacovacci il Premier con il Ministro della Difesa e il Ministro degli Esteri. Assente il capo dello Stato a seguito di un’indisposizione.

Presidente il Premier Mario Draghi

Ad accogliere le due salme prossime dei due funzionari italiani sono presenti il Premier Mario Draghi insieme ai Ministri Luigi Di Maio e Lorenzo Guerini rispettivamente i Ministri degli Esteri e della Difesa.

L’aereo militare è partito dall’aeroporto di Gama intorno alle 16.20.

Congo, in arrivo le salme di Attanasio e Iacovacci

Le salme dell’ambasciatore italiano Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci sono giunte all’aeroporto militare di Roma Ciampino. I corpi dei due funzionari, che sono partiti dall’aeroporto di Goma, giungeranno in Italia a bordo di un Boeing KC-767A dell’Aeronautica Italiana. All’accoglienza dell’aereo militare è mancato tuttavia il capo dello Stato a causa di problemi di salute.

Il 24 febbraio sarà effettuata l’autopsia

Nel frattempo le autorità italiane hanno avviato indagini al fine di fare luce sull’intera vicenda, mentre nella giornata di mercoledì 24 febbraio saranno effettuate le autopsie dei due corpi presso il policlinico Gemelli di Roma e disposte dalla procura della Capitale. Le autorità italiane hanno inviato l’indagine al fine di verificare con chiarezza cosa sia successo. Non sarebbe stata esclusa nessuna ipotesi compresa quella che supporrebbe che i due funzionari italiani possano essere stati uccisi dai ranger.

La visita alla moglie dell’ambasciatore

Con un comunicato ufficiale pubblicato sui social è stato reso noto che il Presidente della Repubblica Democratica del Congo ha fatto visita alla moglie dell’ambasciatore Attanasio Zakia Seddiki: “la coppia presidenziale è andata a consolare la famiglia dell’ambasciatore italiano Luca Attanasio. Una donna del posto cresciuta nella comunità italiana ha chiesto al PR di essere maggiormente coinvolto nella pace dell’oriente ‘è la mia priorità, la rassicuro”.

Il Ministro Di Maio riferirà alla Camera

Il capo della Farnesina Luigi Di Maio è atteso alla Camera dei deputati alle ore 9 del 24 febbraio dove verrà illustrato quanto accaduto. Alle 10.45 Di Maio parlerà in Senato. Nel frattempo la Farnesina ha dichiarato che “non sarà risparmiato alcuno sforzo, in coordinamento con tutti i competenti apparati dello Stato, per arrivare ad una corretta ricostruzione del tragico attacco”.

Giovedì i funerali di Attanasio

Si terranno alle ore 9.45 del 25 febbraio i funerali dell’ambasciatore italiano morto lo scorso 22 febbraio. La celebrazione si terrà presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri. Lo ha fatto sapere il sindaco di Limbiate Antonio Domenico Romeo che si recherà nella Capitale.

Papa Francesco scrive a Mattarella

Papa Francesco ha trasmesso un telegramma al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella pregando per le vittime dell’attentato nel Congo. Il Pontefice si poi rivolto al capo dello Stato chiedendo si confidi “nella provvidenza di Dio, nelle cui mani nulla va perduto del bene compiuto, tanto più quando è confermato con la sofferenza e il sacrificio. A Lei signor Presidente, ai congiunti e ai colleghi delle vittime e a tutti esorto a confidare nella provvidenza di Dio nelle cui mani nulla va perduto del bene compiuto tanto più quando è confermato con la sofferenza e il sacrificio”.

Il Wfp approfondirà la vicenda

Il World Food Programme ha annunciato che verrà effettuata “approfondita verifica dei fatti”. A renderlo noto una nota della stessa WFP. Contestualmente è stato confermato che le altre vittime dell’attacco sono risultate salve.

Il Presidente del Congo: “Attanasio nostro amico”

Il messaggio di cordoglio è arrivato anche del Presidente del Congo Félix Antoine Tshisekedi Tshilombo che al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha dichiarato che “Luca Attanasio era un amico del Congo”. In particolare sull’ambasciatore italiano ha voluto evidenziare come l’impegno al fine di rafforzare il rapporto tra i due Paesi fosse costante non mancando infine di condannare dell’attentato terroristico avvenuto nella Repubblica Democratica del Congo.

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Valentina Mericio

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora