×

Crosetto e la laurea falsa: “Ho raccontato una piccola, innocente bugia”

Guido Crosetto, tra i fondatori del partito Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni, risponde a chi lo accusa di non essersi realmente laureato

crosetto

Guido Crosetto, tra i fondatori del partito Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni, risponde a chi lo accusa di non essersi realmente laureato.

Guido Crosetto risponde alle accuse sulla laurea falsa: gli spifferi

L’accusa è partita venerdì pomeriggio scorso, dal sito ‘Lo Spiffero’: Guido Crosetto sostiene di possedere una laurea fasulla.

Pare che siano andati fino all’Università di Torino e abbiano costatato che gli esami di Crosetto sono fermi al 1991. Ma Crosetto in passato aveva dichiarato di essersi laureato: Avevo 24 anni e mi ero appena laureato in economia, affermava tempo fa su Sette.

Guido Crosetto risponde alle accuse sulla laurea falsa: la biografia

Anche la biografia pubblicata dalla Camera però sembrava sostenere quelle, ormai antiche, parole di Crosetto: “Crosetto Guido, Pdl, nato a Cuneo il 19 settembre 1963.

Laurea in Economia e commercio; imprenditore.” Pagina prontamente modificata nella giornata di ieri. Arriva puntuale la risposta di Crosetto in un comunicato: “Non capisco questa polemica sul nulla, visto che nulla devo a presunte lauree e visto che neppure me ne sono mai attribuite. La mia credibilità è frutto di coerenza, impegno, onestà…”

Guido Crosetto risponde alle accuse sulla laurea falsa: il racconto

Guido Crosetto è strato contattato da ‘Il Corriere della Sera’ per commentare la vicenda: “La verità è che ho chiesto spiegazioni alla Camera per capire come e perché la mia biografia contenesse simili imprecisioni: è capitato spesso che a chiunque mi chiamasse “dottore” in pubblico, io rispondessi anche malamente, e ci sono molti miei amici che possono testimoniare…” Incalzato Crosetto infine ammette: “Ammetto che qualche volta, privatamente, a qualcuno…

beh, sì, ammetto che scioccamente possa aver lasciato intendere di essere laureato, la chiami una debolezza. Noi esseri umani siamo esseri strani. Mi spiace. Ma lo ammetto: ho ceduto, sono stato debole… e ho raccontato una piccola, innocente bugia.”

Contents.media
Ultima ora