×

Quirinale 2022, nessun voto per i virologi. Pregliasco: “Giusto così”

Quirinale 2022, fino al secondo scrutinio i protagonisti mediatici della pandemia non sono stati nominati dai grandi elettori "goliaridici"

Fabrizio Pregliasco

Qurinale 2022, Medici e virologi sono stati i protagonisti mediatici di questi due anni di pandemia, ma i loro nomi non risultano tra i voti dispersi dei grandi elettori “goliardici”.

Quirinale 2022, le elezioni caratterizzate dalla pandemia

Dalle difficoltà organizzative per far votare i positivi al Covid fino alla partita doppia che lega come non mai la maggioranza di governo al successore di Mattarella, la pandemia sta indubbiamente caratterizzando in ogni ambito l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica.

Quirinale 2022, nessun virologo tra i voti dispersi

In tal senso, il Secolo d’Italia – nell’edizione del 25 gennaio – ha evidenziato come nonostante la grande popolarità di medici e virologi in questi due anni di pandemia, nessun nome di quelli più popolari è risultato – almeno nei primi due scrutini – nella conta dei cosiddetti “voti dispersi”.

Tralasciando lo “spirito goliardico” di qualche grande elettore che in un periodo delicato come quello che stiamo vivendo risulta ancora più indigesto di quanto non lo sia già di per sé – considerato il contesto istituzionale nel quale avviene – nel segreto dell’urna dei primi due scrutini per l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica sono usciti i voti più strani ma nessuno ha nominato gli assoluti personaggi mediatici dell’anno.

O meglio, di questi ultimi due anni.

Onnipresenti nei talk show di ogni rete televisiva, nei quali, tra l’altro – su richiesta dei vari conduttori di turno – non hanno disdegnato di dire la loro opinione riguardo l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica, pur sottolineando di parlare unicamente “da cittadini”. Una circostanza che a freddo dovrebbe indubbiamente far riflettere tutti ma ormai il tempo sembra una girandola impazzita dove chi si ferma è perduto.

Quirinale 2022, Pregliasco; “Nessuna delusione”

“Nessuna delusione per non aver visto spuntare il mio nome tra quelli scritti sulle schede, anzi. Mi sembra una buona cosa, un segno di serietà. Ognuno deve fare il suo mestiere e i voti che i parlamentari fanno in questo momento devono essere voti fatti con responsabilità” ha commentato con l’Adnkronos il virologo Fabrizio Pregliasco.

“La presidenza della Repubblica – ha aggiunto il medico – non è un’onorificenza, è un impegno di lavoro.

Quindi direi proprio di no, nessun virologo al Colle”. Da quanto riporta sempre il Secolo d’Italia, Pregliasco spera che “ci sia una persona che possa esprimere le stesse caratteristiche di Mattarella anche rispetto all’attenzione che ha dedicato al terzo settore e al volontariato“. L’esperto infatti è anche Presidente di Anpas, Associazione nazionale pubbliche assistenze.

Contents.media
Ultima ora