×

Delitto di Caronia, l’avvocato del marito: “Procura non sa dove è morto Gioele, ma chiede archiviazione”

L’avvocato di Daniele Mondello si è espresso sull’archiviazione delle indagini del delitto di Caronia sulla morte di Viviana Parisi e del figlio Gioele.

Delitto Caronia

L’avvocato e cugino di Daniele Mondello, Claudio Mondello, si è espresso in merito all’archiviazione delle indagini relative alla morte di Viviana Parisi e del figlio Gioele disposta dalla Procura di Patti.

Delitto di Caronia, l’avvocato di Daniele Mondello contro l’archiviazione

A circa un anno di distanza dalla morte della deejay Viviana Parise e di suo figlio Gioele, la Procura di Patti ha annunciato l’archiviazione delle indagini relative alla drammatica e misteriosa vicenda.

La decisione della Procura è stata commentata da uno dei legali, nonché cugino, di Daniele Mondello, marito di Viviana Parise. L’uomo, infatti, è rappresentato da Claudio Mondello e da Pietro Venuti.

Nel corso della sua partecipazione a una manifestazione organizzata a Venetico, in provincia di Messina, per rendere omaggio alla memoria della deejay e del figlio, l’avvocato Claudio Mondello ha dichiarato: “Per ora ci riserviamo sulla opposizione alla richiesta di archiviazione dell’indagine ovviamente ci sono elementi per farla, ricordo che la procura nel momento in cui formula la richiesta di archiviazione prospetta per Gioele otto differenti scenari per cui la causa della morte del bambino”.

Delitto di Caronia, l’avvocato: “La Procura non sa come, dove, quando è perché è morto Gioele”

In questa circostanza, inoltre, il legale ha anche precisato quanto segue: “Certamente la Procura non sa come, dove, quando e perché è morto Gioele – e ha aggiunto –. Abbiamo chiesto al gip di fare un esame 3D per realizzare un modello 3D del corpo di Viviana così laddove venisse dissequestrato in via definitiva e si facessero i funerali la prova rimane tutelata e poi al fine di individuare lesività e micro-lesività sul corpo di Viviana che verrebbero individuate e registrate in modo tale da salvare dall’oblio ogni elemento di prova possibile”.

Delitto di Caronia, l’attacco alla Procura dell’avvocato di Daniele Mondello

Infine, l’avvocato Claudio Mondello ha anche criticato la posizione espressa dalla Procura circa la chiusura del caso, asserendo: “La Procura si esprime in termini di probabilità quando dice di privilegiare l’ipotesi dell’infanticidio ma non dice quanto sia probabile e dà pari dignità a tutte queste alternative se io chiedo un’archiviazione vuol dire che ho capito cosa è successo non posso farlo se non ho capito e soprattutto, se non lo mettono nero su bianco.

Dopo un anno di indagine ci sono ancora aspetti da scandagliare“.

Contents.media
Ultima ora