×

Denis Verdini, la corte d’appello di Firenze conferma la condanna

La Corte d'appello di Firenze ha confermato la condanna in appello per bancarotta a Denis Verdini. Per lui una riduzione della pena.

Verdini conferma condanna

La Corte di appello di Firenze ha confermato la condanna per Bancarotta a Denis Verdini ex deputato di Forza Italia che nel 2009-2010 rimase coinvolto come presidente del Credito cooperativo fiorentino in un crac edilizio. Con la sentenza la corte d’appello fiorentina ha quindi confermato la sentenza di primo grado pur riducendo sensibilemente la pena.

Dagli iniziali 4 anni e 4 mesi di primo grado, la pena è stata ridotta 3 anni e 10 mesi.

Oltre alla bancarotta delle ditte edili, Verdini è imputato nel processo di bancarotta della società editoriale. Stando a quanto scrive firenzepost il processo d’appello che avrebbe dovuto avere luogo mercoledì 9 giugno è stato rimandato a febbraio 2022 a causa di questioni che sarebbero state sollevate dai legali. 

Verdini conferma condanna, riduzione della pena per Ignazio e Marco Arnone

In aggiunta alla riduzione della pena a 3 anni e 10 mesi per Denis Verdini, la corte d’appello si è pronunciata nei confronti di Ignazio Arnone e del figlio Marco Arnone. Stando a quanto scrive ANSA per entrambi è stata ridotta la pena per la prescrizione di un reato. In particolare Ignazio Arnone è stato condannato con una pena di 3 anni passando dagli iniziali 3 anni e 4 mesi, mentre il figlio Marco precedentemente condannato a 4 anni, ha avuto una riduzione della pena di 2 anni. 

Verdini conferma condanna, la vicenda 

I reati dei quali risulta accusato l’ex deputato di Forza Italia risalgono agli anni 2009 – 2010, quando Denis Verdini ricopriva il ruolo di presidente del credito cooperativo fiorentino. All’epoca la Arnone srl che risultava inattiva e debitrice nei confronti del Credito Cooperativo.

Venne quindi affidato alla Cdm il compito di svolgere diversi lavori nei confronti della banca. La Arnone che aveva un debito di circa 4 milioni di euro ricevette una serie di versamenti da parte di cdm per alcuni lavori di subappalto che non sarebbero stati accertati. La Cdm verso quindi in gravi difficoltà, mentre la Arnone venne accusata di bancarotta preferenziale. 

Verdini conferma condanna, gli altri procedimenti a carico 

Nel frattempo è in corso un altro procedimento a carico dell’ex deputato Denis Verdini. Si tratta di una bancarotta che ha coinvolto in questo secondo caso la società editrice Ste, attiva anche nel ramo del quotidiano “Il Giornale” in Toscana. Insieme a Denis Verdini sono imputate nel processo altre quattro perdone. Per questo procedimento l’ex deputato è stato condannato con una pena di 5 anni e 6 mesi di reclusione in primo grado. Verdini sarà sentito in appello per l’udienza fissata il 18 febbraio del 2022. 

Contents.media
Ultima ora