Depressione: sintomi e tipologie esistenti
Depressione: sintomi e tipologie esistenti
Salute & Benessere

Depressione: sintomi e tipologie esistenti

depressione

Ecco alcuni chiarimenti sulla depressione, uno dei disturbi più frequenti che colpiscono persone di qualsiasi età,

Per depressione intendiamo un disturbo dell’umore o, in determinati casi, una vera e propria patologia psichiatrica; la sua diffusione ha conosciuto un notevole incremento nel corso degli ultimi anni. Si stima, infatti, che in Italia ne soffra circa 1,5 milione di persone mentre il 12% della popolazione italiana (più di 7 milioni) ne è stata affetta almeno una volta nel corso della vita. Essa è spesso influenzata da fattori quali l’ambiente culturale in cui vive l’individuo e l’eventuale predisposizione genetica da parte degli altri membri della famiglia. L’Organizzazione Mondiale della Sanità prevede che entro il 2020 tale disturbo sarà la seconda causa di disabilità (dopo quelle cardiovascolari) nel mondo, Italia compresa.

Depressione sintomi

Chi dimostra i sintomi della depressione presenta spesso un umore caratterizzato da tristezza e malinconia per la maggior parte della giornata. A ciò si aggiunge una diffusa mancanza di interesse per gran parte delle attività quotidiane (anedonia o apatia), insonnia o ipersonnia, perdita di energia vitale (astenia) e disturbi d’ansia.

Spesso il soggetto presenta una tendenza all’isolamento sociale e all’autoabbandono di sé, oltre a sentimenti eccessivi di inquietudine, svalutazione e perdita di fiducia per il presente e per il futuro. I sintomi variano comunque da paziente a paziente e possono presentarsi con minore o maggiore frequenza e ciclicità. Si parla, infatti, di disturbo maggiore depressivo quando esso manifesta gran parte dei sintomi citati. Sono poi state individuate delle sottocategorie, quali depressione di tipo:

Melanconico: anedonia marcata unita ad eccessiva perdita di peso

Atipico: paradossale reattività e positività dell’umore, ma frequente ipersonnia e sensazione di rifiuto sociale.

Catatonico: grave disturbo del comportamento psicomotorio, accompagnata da movimenti spesso bizzarri, a cui si associa un stato di mutismo.

Disturbi della depressione post partum: colpisce il 10-15% delle mamme e si manifesta in genere dal terzo mese al primo anno dopo il parto. Presenta i sintomi della depressione maggiore.

Come uscire dalla depressione

I trattamenti per la depressione consistono prevalentemente nella psicoterapia e nella somministrazione di farmaci, i quali hanno il compito di regolarizzare l’equilibrio alterato dei neurotrasmettitori. Tra le terapie possiamo citare quella cognitivo-comportamentale, particolarmente efficace nei bambini, mentre quella interpersonale è maggiormente indicata per pazienti in età adolescenziale. E’ comunque importante intervenire durante l’insorgere dei primi episodi per evitare che il disturbo si ripresenti in seguito con maggiore intensità.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche