×

Le stime Istat sono allarmanti: “Crollo del Pil senza precedenti”

Condividi su Facebook

A causa dell'emergenza Covid, il Pil dell'Italia nel 2020 subirà un crollo senza precedenti secondo le stime dell'Istat.

stime-istat-pil-italia-2020
Le stime Istat per il Pil Italia 2020 sono drammatiche

Le stime Istat sono allarmanti per il futuro del Bel Paese: il Pil dell’Italia a fine 2020 subirà un crollo del -8,3% rispetto allo stesso periodo del 2019. L’Istat, infatti, parla di una marcata: “Contrazione del Pil nel 2020 con una caduta dell’8,3%”.

Andrà meglio nell’esercizio dell’anno successivo: “Ci sarà una ripresa nel 2021 che porterà a un +4,6%“.

Le stime dell’Istat sono contenute nel dossier Prospettive per l’economia italiana, in cui si evidenzia come: “Il dilagare dell’epidemia di Covid-19 e i conseguenti provvedimenti di contenimento decisi dal Governo abbiano determinato un impatto profondo tanto da portare l’economia italiana a uno choc senza precedenti, con ampi livelli di incertezza”.

Le stime Istat sul Pil dell’Italia 2020

Le stime Istat sul Pil dell’Italia per il 2020 sono ‘drammatiche’. Eppure, nel dossier realizzato dall’Istituto si evidenzia come, nel mese di maggio, ci siano stati: “Alcuni primi segnali di ripresa in linea con il processo di riapertura”. Secondo l’Istat, infatti, grazie alla ripresa delle attività di economiche: “Si dovrebbe sostenere un miglioramento del clima economico con un effetto positivo sul Pil che, dopo una flessione ulteriore nel secondo trimestre, è previsto in aumento nel secondo semestre dell’anno”.


Numeri allarmanti, secondo le stime Istat, anche per quanto concerne la disoccupazione. Nel 2020 prevista una riduzione al 9,6% (era al 10% nel 2019), che dovrebbe invece aumentare nel 2021 al 10,6%. L’Istat, inoltre, sottolinea che: “Nel biennio di previsione gli effetti di transizione verso l’inattività influenzeranno il dato dei senza lavoro”.

Anche perché nel primo periodo del 2020 ben “500mila persone hanno smesso di cercare lavoro, transitando tra gli inattivi”. Prevista, inoltre, una caduta dei consumi delle famiglie (-8,7%) insieme a un crollo degli investimenti (-12,5%).

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.