> > Effetto Cina e pericolo di nuove ondate covid in Italia: la situazione

Effetto Cina e pericolo di nuove ondate covid in Italia: la situazione

Paura per una nuova ondata Covid in Italia

Effetto Cina e pericolo di nuove ondate covid in Italia: perché la situazione del Dragone sembra aver generato più allarme da noi ed in Europa

Sul Covid sta prendendo piede nel nostro paese una sorta di “effetto Cina” e si percepisce il pericolo nuove ondate in Italia.

Milioni di casi nel paese da cui il corovavirus prese slancio e misure nazionali ed europee con la paura di una “nuova” sottovariante. La domanda, ben sintetizzata da una silloge di Repubblica, è quella: “Come sarà Covid 2023?”

Effetto Cina e pericolo nuove ondate covid 

Il dato non sanitario ma relativo alla società è che fino a pochi giorni fa moltissimi ritenevano finita l’emergenza coronavirus e il pericolo della libera circolazione del virus non era visto come tale.

Oggi però la situazione in Cina, sembra aver generato più allarme da noi ed in Europa che dove obiettivamente l’allarme c’è. Pesa molto una sorta di “mistica” per cui il Covid prese abbrivio proprio dalla Cina nel 2020 e la preoccupazione per la pandemia da coronavirus fra le vacanze in atto e la ripresa di inizio anno è forte, anche a contare situazioni radicalmente diverse in quanto a vaccinazione, per numeri ed efficacia del sieri

Le misure e i sospetti su “Gryphon”

Intanto il ministro della Salute Orazio Schillaci ha disposto con ordinanza l’obbligo di effettuare i tamponi antigenici “per tutti i passeggeri provenienti dalla Cina e in transito in Italia”. E a livello Ue la Commissione europea ha convocato il Comitato per la Sicurezza Sanitaria “per discutere con gli Stati membri e le agenzie europee le possibili misure per un approccio coordinato“. Ma cosa fa paura? I sospetti sono concentrati sulla sottovariante XBB.1.5, detta Gryphon: potrebbe essere lei la responsabile dell’impennata dell’epidemia di Covid-19 in Cina ma per adesso mancano i dati epidemiologici di riferimento.