> > Enrico Varriale, nuova denuncia: "Io vittima di folle gelosia"

Enrico Varriale, nuova denuncia: "Io vittima di folle gelosia"

Enrico Varriale

Il giornalista sportivo Enrico Varriale, a processo per stalking, ha risposto alle nuove accuse ricevute da una donna e riportate dalla stampa.

Il giornalista sportivo Enrico Varriale, a processo per stalking nei confronti della sua ex compagna, ha risposto alle nuove accuse ricevute da una donna e riportate dalla stampa. 

Enrico Varriale, nuova denuncia: le dichiarazioni del giornalista

Il giornalista Enrico Varriale, in una nota, ha voluto rispondere alle nuove accuse ricevute da una donna, che sono state riportate dalla stampa. Per un’altra vicenda di staliking, nei confronti della sua ex compagna, il giornalista andrà a processo con rito immediato a gennaio. Nei confronti dell’uomo è stato disposto il divieto di avvicinamento alla donna, ma il giornalista ha negato le accuse. Ora ne sono arrivate altre e Varriale ha risposto con qualche dettaglio in più.

 

Enrico Varriale, nuova denuncia: “Sono vittima di una folle gelosia”

Sono vittima di una folle gelosia. Ieri alle 22.30 la donna con cui ho una relazione ha dapprima citofonato insistentemente. Successivamente ha cominciato a bussare alla porta di casa. Alla fine ho ceduto e le ho aperto. È entrata e come una furia, in preda ad un raptus di gelosia ha iniziato a distruggermi casa” ha dichiarato Enrico Varriale. Il giornalista ha dichiarato di essere lui la vittima nel caso delle nuove accuse e di essere perseguitato da questa donna, con cui ha avuto una relazione. 

Enrico Varriale, nuova denuncia: “L’ho implorata di fermarsi”

Piatti. Bicchieri, soprammobili, qualunque cosa le capitava sotto mano mi veniva tirata addosso e distrutta. Ho provato a bloccarla e ha cominciato ad urlare ‘non mi toccare, ti denuncio’. Ha preso il telefono e chiamato la Polizia e l’autoambulanza. Io spettatore allibito, l’ho implorata di fermarsi. Alla fine ho capito che solo l’intervento della polizia poteva fermarla. Però prima dell’arrivo degli agenti è uscita di casa e non ho saputo più nulla.

Posso documentare tutto. Ho fotografato la mia abitazione o meglio quello che resta della mia abitazione. Ed in relazione a ciò ho dato mandato ai miei avvocati d’intraprendere le necessarie azioni legali” ha aggiunto Varriale.