×

Esame farsa di Suarez, la Procura archivia l’inchiesta: “Non ci sono elementi sufficienti”

"Dalla documentazione ricevuta non sono emersi elementi sufficienti per ritenere provate condotte illecite rilevanti", si legge nel comunicato della Figc.

esame farsa Suarez

Ha fatto a lungo discutere il caso dell’esame farsa di Suarez che ha causato non pochi problemi in casa Juventus. Ora c’è una svolta: la Procura ha archiviato l’inchiesta.

Esame farsa di Suarez, procura archivia l’inchiesta

La giustizia sportiva italiana ha fatto il suo corso: la Procura Federale ha confermato l’archiviazione del procedimento relativo all’indagine della Procura della Repubblica di Perugia sul tanto dibattuto test eseguito da Suarez per ottenere la cittadinanza italiana.

Il calciatore attualmente veste la maglia dell’Atletico Madrid, ma all’epoca dei fatti era protagonista del mercato bianconero.

Nel comunicato ufficiale che riferisce la decisione di archiviazione si legge: “In attesa della trasmissione di eventuali ulteriori atti di indagine e/o processuali dalla competente Autorità Giudiziaria, non sono emersi elementi sufficienti per ritenere provate condotte illecite rilevanti nell’ambito dell’ordinamento federale sportivo di dirigenti o comunque tesserati, unici soggetti sottoposti alla Giustizia Sportiva ai sensi del vigente C.G.S.”.

Viene così cancellato ogni rischio di provvedimento per la Juventus, in attesa che anche la giustizia ordinaria faccia il suo corso. La vicenda che coinvolge Luis Suarez proseguirà solo nelle aule di Tribunale.

Esame farsa di Suarez, procura archivia l’inchiesta: le parole degli inquirenti

Il test sostenuto dal calciatore sarebbe stato organizzato “soltanto per consentire a Suarez di ottenere, nei tempi richiesti dalla Juve e all’esito di una fittizia procedura di esame, la certificazione linguistica necessaria per l’ottenimento della cittadinanza italiana”.

Così hanno dichiarato gli inquirenti.

Esame farsa di Suarez, procura archivia l’inchiesta: le dichiarazioni di Gravina

Solo pochi giorni prima che la Procura archiviasse il caso, in occasione dell’evento in onore di Paolo Rossi al museo Fifa di Zurigo, Gabriele Gravina aveva dichiarato: “Non è vero che la Procura non si è pronunciata. Su Suarez si è valutato e si è giunti a decisione”.

Quindi aveva ricordato: “Mi sembra di capire che per la prima parte di quell’inchiesta, con gli atti finora trasmessi dalla Procura, non ci siano stati elementi per procedere: si va verso l’archiviazione”, non escludendo la possibilità di un supplemento di indagine.

C’è attesa per la seconda parte relativa ai dirigenti coinvolti: aspettiamo che Perugia consegni questa seconda parte di atti”, aveva aggiunto.

Contents.media
Ultima ora