USA, mamma rapisce il figlio: rintracciati dopo due anni
USA, mamma rapisce il figlio: rintracciati dopo due anni
Esteri

USA, mamma rapisce il figlio: rintracciati dopo due anni

mamma

Arrestata una mamma 40enne che nel 2016 rapì il figlio dal padre, a cui il piccolo era stato affidato. Il bambino per fortuna sta bene.

Negli Stati Uniti erano due anni che si cercava Matthew, rapito dalla mamma quando aveva tre anni. Il piccolo è stato rintracciato grazie ad una soffiata anonima. Christina Hale si era rifugiata con il figlio ad Orlando, in Florida. La donna è stata arrestata.

Mamma scompare con il figlio

Dopo il divorzio dei genitori, il Tribunale dei minori decise di affidare il piccolo al padre. Christina Hale non si è però mai rassegnata a questa decisione e così nel settembre 2016 si recò a New York con la scusa di vedere il figlio, dove si era trasferito con il papà. Il bambino però scomparve. Le forze dell’ordine hanno capito immediatamente che la donna aveva portato via con sé il figlio, e da quel momento iniziò la caccia.

Le ricerche iniziarono in Massachusetts, dove la 40enne in effetti si rifugiò per qualche tempo a casa della madre, la nonna del bambino. Quando la polizia bussò alla porta, però, non trovò più nessuno.

Qualche tempo dopo arrivò una segnalazione dal Maine. Anche in quel caso, Christina Hale riuscì a fuggire prima di essere rintracciata.

Nel frattempo il padre del piccolo ha diffuso appelli sui social e tappezzato le città con la foto del figlio scomparso, nella speranza che qualcuno potesse averlo visto. Ed infatti la svolta è arrivata quando una persona, che ha voluto rimanere anonima, ha telefonato al Centro nazionale per i bambini scomparsi segnalando la presenza di madre e figlio ad Orlando, in Florida. Gli investigatori hanno quindi verificato l’informazione e nel giro di pochi giorni sono così riusciti finalmente a riconsegnare Matthew, che ora ha cinque anni, al padre. Christina Hale è stata invece arrestata.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche