Grecia, alle elezioni vince il centrodestra: sconfitto Alexis Tsipras
Esteri

Grecia, alle elezioni vince il centrodestra: sconfitto Alexis Tsipras

elezioni-grecia

Tsipras ha già telefonato all'avversario Mitsotakis per congratularsi, affermando che Syriza ha pagato le scelte impopolari fatte durante il governo.

Secondo i risultati diramati dal ministero dell’Interno, il centrodestra europeista di Nea Dimokratia ha vinto le elezioni politiche in Grecia con il 39,8% dei voti, conquistando 158 seggi nel Parlamento ellenico. Grande sconfitto è il Premier uscente Alexis Tsipras, che con la sua Syriza prende il 31,5% dei voti e 86 seggi. Seguono con grande distacco i socialisti di Kinima Allagis con l’8,09%, il Partito comunista greco con il 5,3%, i nazionalisti di Elliniki Lysi col 3,7% e il partito dell’ex ministro dell’Economia Yanis Varoufakis MeRA 25 con il 3,4%. Stando ai risultati inoltre, i neonazisti di Alba Dorata non riuscirebbero ad entrare nel Parlamento.

Le parole di Tsipras

Durante la conferenza stampa post voto, Alexis Tsipras ha ammesso la sconfitta elettorale, dichiarando di aver già telefonato al candidato Premier di Nea Dimokratia Kyriakos Mitsotakis per congratularsi: “I cittadini hanno scelto. E noi rispettiamo il risultato, perché il cambio di governo è l’essenza della democrazia, non un paradosso.

Ho fatto i complimenti a Mitsotakis e domani gli consegnerò l’ufficio del Primo Ministro.”

L’ormai ex Presidente ha poi aggiunto che Syriza è stata sconfitta poiché ha pagato a caro prezzo le difficili scelte che ha dovuto fare per il Paese. Il riferimento di Tsipras è probabilmente alle politiche di austerità che la Grecia ha dovuto intraprendere per uscire dalla crisi economica in cui era sprofondata a partire dal 2009: “Syriza 5 anni fa, da partito di protesta al 4 % che era, si è assunto le proprie responsabilità di governo, nel momento più difficile nella storia del Paese.”

Scelte impopolari che sono state ampiamente criticate dal conservatore Mitsotakis durante la campagna elettorale. Il 51enne – figlio di Kostantinos Mitsotakis, Primo Ministro dal 1990 al 1993 – accusò infatti Tsipras di aver: “Concesso tutto senza ottenere nulla in cambio”. Il programma di Mitsotakis prevede infatti una rinegoziazione degli impegni presi con la Troika, al fine di poter abbassare la pressione fiscale e ridurre la spesa pubblica tramite una maggiore cooperazione tra lo Stato e il settore privato.

Scontri nella capitale Atene

Stando ad alcune fonti, gli antagonisti anarchici del quartiere di Exarchia avrebbero fatto irruzione in un seggio elettorale, rubando due urne e numerose schede.

In seguito sono scoppiati alcuni scontro con la polizia per le strade di Atene, con un gruppo di giovani dal volto coperto che ha iniziato a lanciare delle molotov.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Jacopo Bongini
Nato a Milano, classe 1993, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera dove si laurea in "Nuove Tecnologie dell’Arte". Parallelamente all'ambito artistico, nel quale partecipa a diverse mostre del settore come admin della pagina Facebook Karbopapero 900, durante gli anni universitari sviluppa la passione per il mondo dell’informazione e della comunicazione. Passione che lo porta a diventare collaboratore dapprima per Il Giornale e in seguito per Notizie.it.