Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Angela Merkel e i tremori, gli esami clinici non presentano anomalie
Esteri

Angela Merkel e i tremori, gli esami clinici non presentano anomalie

angela-merkel

In una conferenza stampa, la cancelliera ha però precisato come abbia il dovere di preoccuparsi della sua salute a causa del ruolo che riveste.

Secondo la stampa tedesca le condizioni di salute di Angela Merkel sembrano non essere preoccupanti. Stando a quanto riportato dal settimanale Bild, la cancelliera Merkel si sarebbe recentemente sottoposta ad una serie di esami clinici, dai quali non sarebbero emerse particolari criticità. Tra gli esami, occorsi dopo i tremori che l’hanno colpita nelle ultime settimane, la Merkel avrebbe effettuato anche un’analisi dei valori ematici, a quanto sembra dall’esito negativo.

Le parole della cancelliera

Nell’ultimo periodo Angela Merkel ha preferito non esporsi in merito agli episodi di tremore occorsi durante alcuni incontri pubblici, non negando però come tra i suoi doveri vi sia anche quello di preoccuparsi della sua salute.

In una conferenza stampa con la premier danese Mette Frederiksen, la cancelliera ha infatti affermato:”Si può assumere che data la responsabilità del mio ufficio si debba conoscere e quindi agire di conseguenza anche rispetto a quello che riguarda il mio stato di salute.

E in secondo luogo, si può presumere che anch’io come persona abbia il più grande interesse personale a essere sana e a rispettare la mia salute”.

Sempre secondo la Bild inoltre, tra le ipotesi che erano trapelate per spiegare i tremori della cancelliera vi erano anche quelle riguardanti una carenza di determinati minerali, probabilmente acuitasi per il grande caldo di questa estate.

L’incontro da seduta con la premier danese

A scatenare ulteriori supposizioni sullo stato di salute di Angela Merkel è stato l’incontro pubblico svoltosi giovedì 11 luglio con la sua omologa danese Mette Frederiksen. Per l’occasione infatti, il tradizionale ascolto degli inni nazionali dei rispettivi paesi è stato effettuato da seduti e non in piedi come prescriverebbe il cerimoniale.

Secondo la stampa sarebbe stata la stessa cancelliera a decidere per il cambio di protocollo, in modo da evitare un eventuale nuovo attacco di tremori come quello avvenuto il giorno precedente. In totale sono stati tre gli episodi di tremori che hanno colpito Angela Merkel, il primo lo scorso 18 giugno, il secondo il 27 giugno ed il terzo maercoledì 10 luglio.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche