×

Coronavirus, in Giappone i parchi Disney chiudono per due settimane

Condividi su Facebook

I due parchi Disney di Tokyo, Disneyland e DisneySea, resteranno chiusi per due settimane in seguito all'allarme Coronavirus

Coronavirus Giappone

Cresce in Giappone l’allarme Coronavirus, soprattutto dopo la decisione del governo di tenere chiuse le scuole elementari e medie superiori a partire dal lunedì. Ebbene, dopo questa decisione, anche l’operatore del parco giochi Disneyland ha deciso di chiudere i due parchi dal 29 febbraio fino al 15 marzo.

Chiusi parchi Disney a Tokyo

I due parchi Disney di Tokyo, Disneyland e DisneySea, resteranno chiusi per due settimane, ovvero dal 29 febbraio al 15 marzo 2020, dopo che il governo giapponese ha invitato ad optare per misure straordinarie volte a limitare la diffusione del nuovo coronavirus.

Proprio per questo motivo la società che gestisce i parchi Disney in Giappone ha deciso di optare per la momentanea chiusure delle due strutture, manifestando comunque l’intenzione di riaprire già il prossimo 16 marzo.

Allo stesso tempo, comunque, si riserva la facoltà di prendere una decisione definitiva in seguito in base a come si evolverà la situazione.


Una scelta importante, quella della società che gestisce i parchi Disney in Giappone, fatta tenendo in considerazione l’alto rischio di contagio. Ogni anno, infatti, sono oltre 30 milioni i visitatori che arrivano nei due parchi che non a caso vengono considerati tra le destinazioni più popolari e conosciuti da chi reca a Tokyo. In Giappone, ricordiamo, al momento si registrano 4 morti e quasi 200 contagiati. Il Primo Ministro Shinzo Abe, inoltre, ha esortato le scuole a chiudere per un mese e ha chiesto ai cittadini di di lavorare il più possibile da casa e di spostarsi evitando le ore di punta.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche