×

Coronavirus, cala lo smog e dall’India si vede l’Himalaya

Grazie al lockdown imposto in India per arginare la diffusione del coronavirus, i livelli di smog sono calati e dal Punjab si vede l'Himalaya.

Coronavirus, dall'India si vede l'Himalaya
Grazie al lockdown imposto in India per arginare la diffusione del coronavirus, i livelli di smog sono drasticamente calati, tanto che dalla regione del Punjab si vede l'Himalaya, a 200 kilometri di distanza. Non succedeva da trent'anni.

Anche l’India è stata colpita dalla pandemia di Covid-19. Per questa ragione il premier indiano Narendra Modi ha imposto il lockdown a partire dal 22 marzo, fermando circa 1,4 milioni di persone. Il divieto di spostamento e l’isolamento domiciliare per il coronavirus hanno fatto drasticamente calare il livello di smog nell’aria in India, tanto da rendere visibili le cime dell’Himalaya dalla regione del Punjab, a 200 kilometri di distanza.

Non succedeva da trent’anni.

Coronavirus, dall’India di vede l’Himalaya

La regione del Punjab, a nord-ovest dell’India, è famosa per uno dei luoghi di contemplazione più suggestivi della nazione: il Tempio d’Oro di Amritsar.

Ora, la regione è interessata dal lockdown, che dal 22 marzo ha fermato l’India, uno dei paesi più popolosi della terra.

La limitazione degli spostamenti e lo stop quasi totale del traffico hanno portato a un drastico calo dello smog e delle polveri sottili nell’aria, tanto che per gli abitanti del Punjab si è svelata una nuova meraviglia contemplativa.

Per la prima volta da tren’anni, infatti, dalla regione è possibile vedere chiaramente le cime innevate dell’Himalaya.

Basta aprire la finestra o salire sui tetti delle case per godere di questa vista e dell’aria pulita di questi giorni. I livelli di inquinamento sono scesi notevolmente in tutta la Regione. Nella sola città di New Delhi l’inquinamento è calato del 44% nei primi due giorni di lockdown. In India il livello di inquinamento dell’aria è diminuito, passando già nella prima settimana da un indice AQI (indice qualità dellaria) di 115 a 75 (fonte: Data Intelligence Unit (DIU) di India Today).

Contents.media
Ultima ora