×

Coronavirus, preoccupa l’Africa: 18mila contagi e 962 morti

Preoccupa la situazione in Africa per via del coronavirus: aumentano contagi e morti.

coronavirus-africa-contagi-morti
Coronavirus, la situazione in Africa è grave: il dato su contagi e morti

È vera e propria emergenza anche in Africa. Il coronavirus nelle ultime ore sta facendo registrare dati davvero preoccupanti. Il numero delle persone che hanno perso la vita a causa del coronavirus è salito a 962; ben 52 nell’ultimo giorno. Per quanto concerne il dato sui contagiati in Africa, invece, sono ben 18.333 le persone risultate positive.

Questi sono i dati diffusi dall’Africa Cdc, il Centro per il controllo e la prevenzione della malattia in Africa, che ieri aveva parlato di 17.247 in 52 dei 54 Paesi africani. Sono invece 4.352 le persone che risultano guarite. Gli Stati maggiormente colpiti risultano essere l’Egitto, con 2.673 casi, seguito dal Sudafrica con 2.605 contagi, l’Algeria con 2.268 e il Marocco con 2.283.

Coronavirus in Africa: l’allarme ONU

Più di 300.000 morti per Coronavirus in Africa. È la stima dell’UNECA, la United Nations Economic Commission for Africa, la commissione economica regionale dell’ONU dedicata al continente.

In un comunicato diramato giovedì 16 aprile si legge che, senza adeguate protezioni, il bilancio africano in termini di vite perse potrebbe essere drammatico. Oltre 27 milioni di persone, invece, potrebbero essere spinte in uno stato di estrema povertà.

Come se non bastasse, il coronavirus incide anche sulla produzione locale. In almeno 33 dei 54 paesi africani i blocchi hanno impedito agli agricoltori di fornire cibo ai mercati e stanno minacciando le consegne degli aiuti alimentari alle popolazioni delle zone rurali.

Molti mercati abusivi, in cui milioni acquistano il proprio cibo, sono stati chiusi. Secondo le statistiche circa una persona su cinque in Africa, quasi 250 milioni, non aveva abbastanza cibo già prima dell’epidemia di virus e un quarto della popolazione dell’Africa sub-sahariana soffre di malnutrizione.

La situazione africana

“Si tratta di cifre doppie rispetto a quelle di qualsiasi altra regione”, spiega alla Associated Press Sean Granville-Ross, direttore del comparto africano di Mercy Corps, un’organizzazione che porta aiuti umanitari. “Con blocchi, chiusure di frontiere e capacità ridotta di accesso al cibo, l’impatto del coronavirus sull’Africa potrebbe essere inimmaginabile.” I blocchi senza misure per aiutare i più poveri potrebbero colpire assai duramente ed è questa la più grande preoccupazione del World Food Programme (WFP) delle Nazioni Unite.

Contents.media
Ultima ora