×

Covid, Trump difende l’idrossiclorochina e attacca Anthony Fauci

Trump ribadisce l'importanza della idrossiclorichina per combattere il Covid e si scaglia contro Anthony Fauci.

covid trump
Covid, Donald Trump ribadisce importanza idrossiclorichina

Il vaccino arriverà entro ottobre e ci saranno a disposizione subito 500mila dosi. Questa è la ‘buona notizia’ che Donald Trump rivela ai cittadini americani al termine del briefing sul Covid a cui ha preso parte, tra gli altri, anche Anthony Fauci, capo della task-force americana.

E proprio in merito alla presenza del virologo, il Tycoon ha fatto emergere tutto il suo sentimento ‘astioso’ ribadendo come sia stato lui a metterlo lì e se, effettivamente, Fauci sta operando bene per il Paese non capisce perché ciò non emerga anche nei sondaggi politici in vista delle Presidenziali Usa 2020. Intanto, però, il Coronavirus avanza negli Usa: un incremento di 1.592 morti e 60mila nuovi casi. È quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University.

Trump: “Perché non piaccio a nessuno?”

Trump ha ribadito come lui abbia molta fiducia in Fauci ma non si dia pace sul perché lui non piaccia effettivamente a nessuno. Per il Tycoon è interessante osservare come il medico abbia: “Tassi di approvazione molto buoni. E va bene, è una buona cosa perché lavora per questa amministrazione. Lavora per noi. Avremmo potuto avere altre persone. Non dove essere per forza il dottor Fauci.

E in buona misura abbiamo fatto quello che il dottor Fauci e altri, la dottoressa Birx e altri, hanno raccomandato”.

Covid, Trump e l’idrossiclorichina

Per Trump Fauci è un uomo che: “Lavora per noi, molto da vicino, è tenuto in alta considerazione come il dottor Birx, dunque perché io non piaccio a nessuno? Sarà la mia personalità, ecco tutto” ha ribadito il presidente Usa.

Intanto, nel briefing Covid, Donald Trump ha sottolineato l’importanza dell’idrossiclorichina come antidoto per il virus sebbene sia stata bandita dall’Fda (Food and Drug Administration).

Il Tycoon, infine, ha promesso di costruire negli Usa “l’arsenale di farmaci più imponente della storia”.

Contents.media
Ultima ora