×

L’appello di Hanifa: “Il Covid è un killer, mi sentivo morire”

Condividi su Facebook

Una donna infettata dal Covid ha registrato un video, diffuso dalla Bbc, in cui racconta la propria esperienza e lancia un appello a chiunque la ascolti.

Appello

Una donna, infettata dal Sars-Cov-2 e attualmente ospitata presso un ospedale del Regno Unito, ha diramato un commovente appello per ricordare a tutti di non sottovalutare la minaccia rappresentata dal coronavirus.

Regno Unito, il video di Hanifa sul Covid

Hanifa è una donna di 42 anni, ricoverata nel reparto di terapia intensiva del Croydon Hospital di Londra. La paziente, dopo aver ricevuto il consenso da parte dei medici, è diventata protagonista di un video, rilasciato dalla Bbc, in cui dimostra gli effetti che il Covid sta avendo sul suo organismo nel tentativo di sensibilizzare chiunque decida ascoltare il suo appello e tutti coloro che ancora negano o sottovalutano la reale portata e pericolosità della pandemia.

Nel video, Hanifa, munita di visiera e respiratore, appare esausta e molto provata dalla malattia. Spesso, infatti, è costretta a interrompere il suo discorso a causa della tosse che fa mancare il fiato.

Le immagini destinate a diffondere le parole e l’esperienza della 42enne mostrano la donna assistita, durante il suo sforzo di comunicare, da uno dei medici della struttura ospedaliera londinese presso la quale è ricoverata. Il professionista resta al suo fianco per tutta la durata del video e la sorregge quando si piega in avanti, a causa della mancanza di ossigeno.

L’appello di Hanifa: ‘”l Covid è un killer”

Nel suo disperato appello, Hanifa ha raccontato la propria esperienza e gli effetti dei sintomi indotti dall’infezione con le seguenti parole: «Mi sentivo morire: prima del coronavirus ero in salute e non avevo nessuna malattia. Il Covid è un killer, è reale».

La degente si è poi rivolta ai giovani ricordando loro che, anche se «credono di non potersi ammalare», in realtà il virus non risparmia nessuno e, come dimostra la sua storia, chiunque può essere contagiato pur vantando una salute impeccabile.

A questo proposito, il dottor Yogini Raste, impiegato in qualità di consulente del Croydon Hospital, ha commentato l’iniziativa di Hanifa nel seguente modo: «Questo appello non è una fake news. È reale, sta succedendo. Siamo nel bel mezzo di tutto questo, quindi è fondamentale che tutti seguano le regole. Non solo gli anziani. Abbiamo un sacco di giovani pazienti, alcuni dei quali sono gravemente malati, che finiscono per chiedere la ventilazione in terapia intensiva».


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media