×

Covid, dal 15 marzo nuovo lockdown in Polonia

Dal 15 marzo partirà un nuovo lockdown in Polonia, dove giovedì si è toccato un nuovo record di contagi: 21mila in un solo giorno

Nuovo lockdown in Polonia
Dal 15 marzo nuovo lockdown nella Polonia del presidente Duda

Dal 15 marzo in Polonia si torna al lockdown: la decisione è scaturita dall’aumento dei contagi legato all’incidenza delle varianti. Da lunedì 15 marzo la regione di Varsavia e altre quattro zone polacche torneranno in lockdown. Questo dopo una settimana davvero tremenda.

Sono stati infatti sette giorni da record per i contagi rilevati. Giovedì 11 marzo si era raggiunto il picco massimo del range di tempo preso in esame: 21 mila casi in un giorno. Il dato è ancora più allarmante se si pensa che solo il mese scorso, a febbraio, in Polonia c’erano state alcune riaperture. Prima fra tutte quelle che avevano interessato cinema e teatri, oltre che hotel e piste da sci.

La decisione non si è rivelata però delle migliori, con un forte aumento degli spostamenti turistici.

Nuovo lockdown in Polonia: 21mila casi

Tempo due settimane e i contagi sono di nuovo schizzati in alto, tanto da spingere il ministro della sanità e il presidente Andrzej Duda a coordinare una nuova serie di chiusure. In effetti 20mila casi al giorno in più sono una cifra che spinge ad un’azione normativa emergenziale immediata.

Le nuove restrizioni andranno ad intercettare quelle che già da dicembre 2020 avevano interessato fino a fine marzo 2021 alcune zone specifiche.

Le restrizioni territoriali

Lo spiegava una nota dell’ambasciata polacca in Italia: “Fino al 28 marzo 2021 ulteriori misure restrittive riguarderanno i Voivodati della Varmia-Masuria, della Pomerania (dal 13 marzo), della Masovia e di Lubelskie (dal 15 marzo), dove è previsto: didattica online per tutte le scuole di ordine e grado (eccezion fatta per le classi elementari dalla 1a alla 3a, che seguiranno la didattica in forma ibrida), chiusura di hotel, piscine, centri commerciali, cinema, teatri, musei, gallerie d’arte”.

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Giampiero Casoni

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora