Evasione fiscale, Gdf negli uffici di Amazon a Milano
Evasione fiscale, Gdf negli uffici di Amazon a Milano
Cronaca

Evasione fiscale, Gdf negli uffici di Amazon a Milano

amazon
Evasione fiscale, Gdf negli uffici Amazon

Amazon ha ricevuto la visita della guardia di finanza nei propri uffici che ha accusato la società americana di aver evaso il fisco per 130 milioni di euro

Amazon è una delle più grandi aziende di commercio americana che opera praticamente in tutto il mondo. Questa volta però il gruppo è salito agli onori della cronaca a causa di una presunta evasione fiscale in Italia per 130 milione di euro.

Non è la prima volta che un gruppo di così grande portata viene intercettata dalla Guardia di Finanza. Era già avvenuto in precedenza anche a Google e alla Apple. La sede legale di Amazon sino al 2015 era in Irlanda.

Rispetto agli altri due colossi che abbiamo prima citato, la somma appare molto minore. Questo per il fatto che i ricavi sono inferiori. Amazon era finito anche nel mirino della Procura di Milano da dove peraltro era partita l’indagine.

Il punto di partenza era stato dato dall’indagine svolta su di un manager lussemburghese facente parte del colosso della grande distribuzione. I militari quindi non hanno fatto altro che redigere il verbale di constatazione.

Come detto il caso Amazon non è il primo in Italia.

Problemi con il fisco avevano toccato pure Google e Apple. Al colosso Google era stato dato a gennaio un verbale di accertamento per una evasione fiscale di circa 300 milioni di euro e quindi erano stati iscritti nel registro degli indagati alcuni manger della stessa ditta,

Per quanto riguarda invece la Apple, questa aveva versato nelle casse del fisco italiano circa 318 milioni di euro per sanare l’omessa dichiarazione dei redditi.

A questo punto vedremo come Amazon si comporterà dopo aver ricevuto la visita della Guardia di Finanza con la presunta evasione fiscale effettuata nel nostro paese. Evidente come la stretta data dalla GdF contro gli evasori sia sempre molto forte. Occorre capire adesso quali saranno le mosse della società americana.

Nei prossimi giorni le indaginiproseguiranno per arrivare, si spera, ad una veloce conclusione dopo di che sapremo assolutamente di più.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche