×

Fermato un 36enne che avrebbe dato alle fiamme un uomo a Napoli

La video chiamata con la fidanzata e poi il liquido infiammabile addosso: è stato fermato un 36enne che avrebbe dato alle fiamme un uomo a Napoli

La Squadra Mobile di Napoli ha fermato un uomo

In queste ore è stato fermato e portato nel carcere di Poggioreale un 36enne che avrebbe dato alle fiamme un uomo a Napoli: Pasquale Pezzella è gravemente indiziato del tentato omicidio in danno di Nicola Liguori, a cui era stato appiccato il fuoco addosso mentre stava videochiamando la fidanzata a Frattamaggiore.

Il crimine era avvenuto in Campania nella notte tra giovedì e venerdì scorso. 

Fiamme ad un uomo a Napoli: il fermo

Le indagini serrate degli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Napoli e del commissariato di Frattamaggiore, coordinati dalla magistratura di Napoli Nord, coordinata da Maria Antonietta Troncone hanno portato a risultati concreti. L’ipotesi è quella per cui l’episodio sia ascrivibile alla vendetta dopo il furto di uno scooter.

La vittima di professione fa lo svuotacantine ed ha precedenti penali non associativi. La sera del crimine a Liguori è stato gettato del liquido infiammabile addosso e gli è stato dato fuoco. 

Vittima ancora in condizioni gravissime

Nicola stava videochiamando la sua fidanzata e dopo l’aggressione era stato trasportato al San Giovanni di Dio di Frattamaggiore e poi trasferito al Policlinico di Bari. Fanpage spiega che il 39enne ha riportato “ustioni di terzo grado alle gambe, le braccia, la regione lombare, i glutei, la schiena, il dorso e ai fianchi ed è attualmente in imminente pericolo di vita, sottoposto a intubazione e sedazione profonda”.

Contents.media
Ultima ora