×

Firenze, 15enne disabile aggredito da una baby gang perché volevano le sigarette

Un ragazzino disabile di 15 anni è stato aggredito da una baby gang con spintoni e sputi in faccia. La mamma ha spiegato che viene sempre preso di mira.

Babygang

Una baby gang ha aggredito un ragazzino disabile di 15 anni, prendendolo a spintoni e a sputi in faccia. Purtroppo, come spiegato dalla madre, non era la prima volta che lo prendevano di mira. 

Firenze, 15enne disabile aggredito da una baby gang perché volevano le sigarette

Una passeggiata spensierata in un giorno festivo si è trasformata in un incubo per un ragazzino disabile di 15 anni, che è stato preso di mira da una baby gang in strada. Il giovane è stato avvicinato da un gruppo di coetanei, è stato minacciato e aggredito con spinte e sputi perché pretendevano da lui delle sigarette che non aveva. L’episodio, raccontato dalla madre a La Nazione, è avvenuto la scorsa domenica a Firenze.

Il 15enne, con problemi fisici e visivi, stava tornando a casa ma era stanco per cui ha deciso di fermarsi su un muretto nella zona dell’Oltrarno.

Il ragazzino era già stato preso di mira

Mentre era sul muretto il ragazzino è stato notato dalla babygang, che lo ha subito preso di mira. Secondo il racconto che il 15enne ha fatto alla madre, che ha sporto denuncia, il branco lo ha circondato per obbligarlo a consegnare l’unica sigaretta che aveva in mano.

Gli hanno anche intimato di dare l’intero pacchetto, che lui non aveva. A quel punto lo hanno perquisito con la forza, per poi spintonarlo e prenderlo a sputi. Purtroppo non è la prima volta che l’adolescente viene preso di mira. I soprusi vanno avanti da tempo, tanto da spingere la famiglia a cambiargli scuola. “Non è la prima volta che succede. Preso di mira perché disabile, lo chiamano storpio e ritardato” ha raccontato la mamma.

Contents.media
Ultima ora