×

Gimbe, il monitoraggio settimanale: “Contagi in calo, rivedere i parametri per i colori delle regioni”

Contagi, decessi e ricoveri in discesa: il punto sulla situazione epidemiologica italiana nel monitoraggio settimanale di Gimbe.

Gimbe monitoraggio settimanale

Il consueto monitoraggio della Fondazione Gimbe ha confermato il trend in discesa dei contagi, dei ricoveri e dei decessi e manifestato la necessità di rivedere i parametri per l’assegnazione dei colori delle regioni.

Gimbe, il monitoraggio settimanale

La situazione epidemiologica italiana continua a migliorare tanto che nel periodo preso in esame, quello dal 5 all’11 maggio, si è assistito ad una ulteriore diminuzione dei nuovi casi e delle ospedalizzazioni.

Le positività diagnosticate (63.409) sono infatti diminuite del 19%, i decessi (1.544) del 15,4%, le terapie intensive occupate sono scese di 367 unità (-15,1%) e i posti letto in area medica di 3.239 (-17,8%). In decremento anche gli attuamente positivi che sono 50.030 (-12,1%).

Gimbe, il monitoraggio settimanale: “Ultimi effetti delle restrizioni”

Questo il commento del Presidente Nino Cartabellotta: “L’ulteriore calo dei nuovi casi settimanali riflette gli ultimi effetti di sei settimane di un’Italia tutta rosso-arancione“.

La pressione sugli ospedali, ha evidenziato, si è allentata sia per la minore circolazione del virus che per i primi effetti dell’elevata copertura vaccinale negli over 80.

Al momento soltanto la Calabria supera la soglia critica del 40% in area medica e la Lombardia e la Toscana quella del 30% delle terapie intensive. In quest’ultimo reparto il numero dei nuovi ingressi giornalieri continua a scendere, con una media mobile a 7 giorni che questa settimana ha raggiunto i 110 ingressi/die”.

Gimbe, il monitoraggio settimanale:”Rivedere parametri per i colori”

Cartabellotta ha infine invocato una revisione del meccanismo che porta al cambio di colore di una regione. Il suo suggerimento è quello di ripristinare le soglie dell’indice Rt che erano state fissate lo scorso 3 novembre riducendone il peso complessivo (come chiesto anche dalle Regioni), e di integrare nel sistema indicatori relativi alle coperture vaccinali.

A tal proposito i governatori hanno già presentato al governo una proposta di aggiornamento dei parametri chiedendo che si dia maggior peso, piuttosto che all’indice di contagio, al tasso di posti letto occupati e all’andamento della campagna di vaccinazione.

La verosimile ripresa della circolazione del virus in un’Italia quasi tutta gialla richiede una revisione dell’algoritmo delle regioni a colori”, ha infatti affermato il Presidente. Con il progredire delle vaccinazioni di anziani e fragili, si entrerà infatti in una fase dell’epidemia dove a fronte di un’elevata circolazione del virus ci si attende un impatto sempre minore sugli ospedali.

L’importante, ha concluso, è che una revisione integrale del sistema non si avviti in sterili tecnicismi o diventi terreno di scontro tra esecutivo centrale e Regioni.

Contents.media
Ultima ora