×

Guerra in Ucraina, telefonata tra un soldato russo e sua mamma: “Devo tornare e dimettermi”

Intercettata una telefonata tra un soldato russo e sua mamma: "Perché gli ucraini dovrebbero arrendersi? Siamo nella loro terra. Non finirà presto".

telefonata soldato russo e mamma

Putin ha incontrato più difficoltà del previsto nella sua campagna in Ucraina: la telefonata di un soldato russo con sua mamma ne è la conferma.

Le difficoltà della campagna russa in Ucraina

Ci si avvicina alla soglia dei 90 giorni di conflitto, ma la battaglia tra Russia e Ucraina sembra ben distante dall’epilogo.

Nella mente di Vladimir Putin si sarebbe dovuto trattare di una guerra-lampo, ma così non è stato. Kiev ha opposto una coriacea resistenza, e ormai si va verso uno scontro di logoramento.

Questa situazione di certo non giova all’Ucraina, che è in perenne assedio, ma anche i soldati russi iniziano ad essere demoralizzati. Qualche giorno fa la direzione principale dell’intelligence del ministero della Difesa ucraino ha rilasciato l’audio di una telefonata intercettata tra un soldato russo e la madre, nella quale il ragazzo spiegava i motivi che lo spingono a voler abbandonare il conflitto. 

«Perché gli ucraini dovrebbero arrendersi? Siamo nella loro terra. Non finirà presto. A cosa diavolo mi serve questo? A 20 anni… non mi interessa per niente l’Ucraina. Devo tornare e dimettermi».

Queste le parole del giovane membro dell’esercito di Mosca, di nome Nikita.

La telefonata tra il soldato russo e la madre

«La nostra gente sta scomparendo da sola. Alcuni di loro sono scomparsi senza lasciare traccia, altri sono stati fatti prigionieri, altri si stanno nascondendo, altri sono già in Russia – spiega il soldato. Avevo un comandante che si è sparato a una gamba solo per uscire di qui. Ed era all’inizio!».

Questo il racconto di Nikita alla madre, che rivela di come lo sconforto stia prendendo piede in alcune sezioni dell’armata russa, e di come alcuni soldati stiano cercando in tutti i modi di abbandonare il conflitto.

Contents.media
Ultima ora