×

Il Governatore Visco: “La ripresa dell’economia procede meglio del previsto”

Il Governatore Ignazio Visco parla della ripresa economica in Italia: il nuovo aumento dei contagi sposta in avanti le prospettive post-Covid

Visco

Il Governatore Ignazio Visco, intervenuto al convegno “Il sistema finanziario europeo nella prospettiva post-Covid”, parla della ripresa economica in Italia: il nuovo aumento dei contagi sposta in avanti le prospettive post-Covid.

Ignazio Visco sulla ripresa economica in Italia: i programmi di immunizzazione

Il Governatore della Banca d’Italia inizia il suo intervento parlando dei programmi di immunizzazione e di due questione specifiche: Occorre proseguire con decisione nei programmi di immunizzazione ed estenderli alle aree che ne hanno beneficiato meno. Ci sono due questioni: bisogna fare in fretta e bisogna farlo a livello globale, perché il definitivo superamento della pandemia può avvenire soltanto a livello globale.”

Ignazio Visco sulla ripresa economica in Italia: la crescita del Pil

Per quanto riguarda la crescita del Pil, che supererà nel 2021 il 6%, Visco ha detto: La ripresa dell’attività economica procede a un ritmo migliore di quanto atteso solo pochi mesi fa: la crescita del prodotto supererà il 6% quest’anno, recuperando oltre i due terzi di quanto perduto nel 2020. Permane tuttavia elevata l’incertezza, riflesso soprattutto di una situazione sanitaria tornata a essere in Europa fonte importante di preoccupazione, con conseguenze oggi difficili da anticipare, anche se gli indicatori di breve periodo continuano a essere in complesso favorevoli.”

Ignazio Visco sulla ripresa economica in Italia: il sistema finanziario italiano

Il sistema finanziario italiano e quello europeo hanno fatto fronte alla crisi pandemica senza subire rilevanti contraccolpi. Gli interventi delle autorità fiscali e monetarie hanno contribuito in misura determinante a mantenere condizioni finanziarie distese; la fase di uscita va quindi gestita con la necessaria gradualità. Diversamente da altre crisi, questa volta non si è innescata una spirale recessiva tra l’indebolimento dei bilanci delle imprese, i mercati e le condizioni delle banche, favorite dalla liquidità fornita dall’Eurosistema.”

Contents.media
Ultima ora