> > Il Patriarca ortodosso di Mosca Kirill è positivo al Covid: sintomi gravi, ...

Il Patriarca ortodosso di Mosca Kirill è positivo al Covid: sintomi gravi, è in isolamento

Il patriarca Kirill

La nota ufficiale dell'ufficio presieduto dal religioso: il Patriarca ortodosso di Mosca Kirill è positivo al Covid con sintomi gravi, è in isolamento

Il Patriarca ortodosso di Mosca Kirill è positivo al Covid ha sintomi gravi ed è in isolamento.

Secondo i media russi il 75enne religioso favorevole alla guerra di Putin nel nome dalla quale aveva anche lanciato una “crociata” contro i gay dovrà restare in isolamento per i prossimi giorni. Le informazioni che stanno facendo il giro del mondo dicono che Kirill avrebbe manifestato sintomi gravi dopo la rilevazione del coronavirus nel suo organismo oggi, 30 settembre. 

Il patriarca Kirill è positivo al Covid 

Si tratta di informazioni che provengono tra l’altro da una nota del Patriarcato moscovita della Chiesa Ortodossa.

E quel documento spiega che “Kirill ha dovuto annullare tutti i suoi impegni, dagli incontri di persona ai viaggi che aveva in agenda”. L’ultima apparizione del patriarca di Mosca “sordo” perfino alle lettere di Papa Francesco risale a martedì 27 settembre

L’ultima apparizione in cattedrale

In quella circostanza e nel corso della liturgia nella cattedrale di Mosca ha dedicato una preghiera alla Russia e ai “difensori della patria”.

In quell’occasione aveva detto tra l’altro: “Vai coraggiosamente a compiere il tuo dovere militare. E ricorda che se muori per il tuo paese, sarai con Dio nel suo regno, gloria e vita eterna”.