×

Aspetta il soccorso stradale ma viene travolto da un tir: morto 36enne rumeno

default featured image 3 1200x900 768x576

Un incidente stradale, ancora, questa volta però dai risvolti molto più tragici di quelli che si verificano normalmente. L’ uomo, infatti, il suo nome è Marian Pascu, autista 36enne di origine romena residente nel bresciano, è morto, travolto da un tir, mentre aspettava che arrivassero i soccorsi stradali a trarlo in salvo perché rimasto per strada, con il suo mezzo in avaria.

È successo la mattina molto preso, all’incirca alle 7.00. È accaduto su una strada provinciale nei pressi di Codogno, vicino Pavia, sulla statale 234 che conduce da Codogno a Casalpusterlengo. A quanto è stato ricostruito dopo i rilievi del caso effettuati subito dopo l’incidente stradale, è noto che l’uomo si era effettivamente fermato a causa di un’avaria del suo mezzo, accostando il suo furgone sulla corsia d’emergenza.

Una volta accortosi dell’anomalia e dell’impossibilità di proseguire nel suo percorso, l’uomo aveva accostato il suo mezzo, chiamato i soccorsi, ed era rimasto in attesa che qualcuno arrivasse ad aiutarlo.

Era, quindi, rimasto ad aspettare l’arrivo di un meccanico, chiamato circa un’ora prima dell’incidente fatale. Pascu, dunque, quando il suo automezzo, diretto nel Bresciano con un carico di pneumatici, era andato in avaria, si era prodigato per risolvere la situazione.

Probabilmente, anche se i fatti sono ancora da accertare, l’uomo per ingannare l’attesa dei soccorsi potrebbe essere sceso dall’auto, fare qualche passo per sgranchirsi le gambe e trovare, così, fatalmente la morte.

Sono, ovviamente tutte supposizioni che trovano il loro fondamento esclusivamente in ipotesi atte a spiegare come mai Pascu è deceduto.

incidente stradale

Incidente stradale tragico

L’incidente, in base ai rilievi fatti, potrebbe essere stato causato anche dalla pessima visibilità riscontrata nella zona.

Se l’uomo, sempre in attesa di qualcuno che avrebbe dovuto soccorrerlo, è uscito dal suo mezzo perché stanco di aspettare e per la strada non si vedeva al meglio, si alleggerirebbe la posizione di chi lo ha investito. A confermare tale possibilità sarebbe la violenza con la quale il corpo di Pascu sarebbe stato scagliato oltre il guard rail.

A quanto pare, infatti, la forza dell’impatto sarebbe stata così violenta da spingere lontano diversi metri da dove è avvenuto l’incidente il corpo dell’uomo. A quanto riferito e divulgato dagli organi di stampa locali, comunque, l’autista del tir, una volta resosi conto dell’incidente provocato, avrebbe subito chiamato il 118. I soccorsi sarebbero arrivati a stretto giro, ma per il povero Pascu non c’è stata alcuna speranza di salvezza.

Gli operatori arrivati con l’ambulanza avrebbero provato a rianimare l’uomo per oltri 40 minuti, ma alla fine non c’è stato nulla da fare e non è rimasta altra alternativa se non quella di dichiarare il decesso. Oltre ai soccorsi, sono giunte anche le forze dell’ordine per i rilievi del caso, e per interrogare l’autista del camion, che era anche l’unico testimone presente. All’uomo non è rimasto null’altro da dire, se non dichiarare di non aver notato Pascu sul ciglio della strada, motivo per il quale lo ha investito.

La vittima lascia una moglie e una bambina piccola, di due anni.

Contents.media
Ultima ora