L'insonnia provoca dei danni al cervello. Come migliorare la qualità del sonno
L’insonnia provoca dei danni al cervello. Come migliorare la qualità del sonno
Salute

L’insonnia provoca dei danni al cervello. Come migliorare la qualità del sonno

L'insonnia
Dormire poco

Secondo uno studio inglese dormiamo sempre meno, si tratta di un problema abbastanza serio da non sottovalutare. Ecco i possibili rimedi all'insonnia

Secondo uno studio scientifico inglese le persone tendono a dormire sempre meno, il che provoca dei problemi; tuttavia esistono delle soluzioni. In pratica: è opportuno sconfiggere l’insonnia tramite la psicoterapia. Tutto ciò serve a debellare all’origine i problemi psicologici di una certa gravità, come ad esempio: la depressione e l’ansia.
I dati dello studio inglese fanno emergere la realtà: dormiamo sempre di meno. E questo può essere causato dalle cattive abitudini oppure dall’insonnia. Si tratta di un problema da non sottovalutare assolutamente, tramite l’aiuto di esperti dovrete cercare di prendere gli opportuni rimedi per risolvere il problema.
L'insonnia

Alcune considerazioni sull’insonnia

Se non riposate per un determinato numero di ore, il vostro cervello va in tilt. Inoltre, se dormite poco vi diminuiscono l’attenzione, la memoria e la concentrazione. E poi peggioreranno di molto le vostre performance lavorative e per gli studenti il rendimento a scuola. Oltre a tutto ciò, se non dormite a sufficienza insorgeranno altri problemi: come quelli inerenti le malattie mentali (ansia e depressione).
Esistono però dei validi rimedi per debellare l’insonnia, e questo può essere fatto grazie a delle specifiche terapie psicologiche.

Queste ultime sono in grado di migliorare notevolmente la qualità del sonno, e in pratica riescono a contrastare contemporaneamente anche gli effetti dell’insonnia sulla vostra salute psichiatrica.

Lo studio scientifico fatto nel Regno Unito

Per effettuare questa indagine sul dormire si sono raffrontati i dati provenienti da oltre 3.700 studenti universitari della Gran Bretagna. Questi studenti avevano tutti dei problemi di insonnia. Per svolgere un’accurata indagine scientifica gli studenti sono stati divisi in due gruppi: la prima parte di studenti è stata sottoposta ad una forma di psicoterapia (che aveva l’obiettivo di migliorare la qualità e quantità del sonno), mentre l’altra parte si è vista impartire delle nozioni standard per poter riuscire a risolvere il problema in maniera efficace. Passati circa 4 mesi dall’inizio della sperimentazione gli scienziati hanno effettuato una valutazione inerente lo stato di salute mentale e la qualità del sonno degli studenti.

Il risultato della ricerca effettuata sugli studenti inglesi

Il quadro che è emerso dalla sperimentazione portata avanti dai ricercatori sui due gruppi di studenti è il seguente: dallo studio scientifico si è notata una notevole correlazione tra benessere psicologico e sonno.

Se nel gruppo, a cui sono stati dati solamente dei semplici consigli, non sono emersi profondi cambiamenti, nell’altro gruppo (quello curato attraverso la terapia cognitivo comportamentale) si è notato che l’incidenza dell’insonnia si è ridotta del 50 per cento, e questo al termine dello studio. E poi è diminuita in maniera considerevole la comparsa di disturbi psichiatrici, come per esempio: allucinazioni, ansia, depressione e disturbo paranoide di personalità.
dormire

La psicoterapia: un rimedio efficace per combattere l’insonnia

È bene ricordare che lo studio scientifico portato avanti dai ricercatori inglesi è il più ampio mai realizzato. E questo per riuscire ad indagare sull’efficacia di un determinato trattamento psicologico. I risultati della ricerca condotta farebbero emergere alcune considerazioni: i problemi legati all’insonnia non sono in pratica delle conseguenze dei disturbi mentali (come ritenuto per tanto tempo), ma rappresentano un fattore scatenante per diverse problematiche psichiatriche e per altri problemi psicologici.

Alcune considerazioni di un esperto

Secondo quanto affermato da uno scienziato inglese, la più plausibile ragione di tutto questo è una maggiore predisposizione a concentrarsi in maniera del tutto ossessiva sui pensieri negativi.E questo quando si è in preda all’insonnia.

In conclusione, la mancanza di sonno aumenta di molto il rischio di soffrire di problemi mentali. Anche se esistono delle persone che soffrono di insonnia che riescono con la massima tranquillità a gestire e superare efficacemente il problema.

I pericoli dell’insonnia

È bene ricordare che l’insonnia ha delle gravi ripercussioni sulla salute, infatti, diminuisce la produzione di melanina. Quest’ultimo è un ormone che svolge un ruolo fondamentale per lo sviluppo del sistema nervoso. E questo nel mentre dell’infanzia e dell’adolescenza, e poi aiuta la protezione dei neuroni quando si è adulti. Se mantenete per molto tempo attivi i neuroni stressate il cervello. In conseguenza di ciò, diminuiranno notevolmente le capacità decisionali e l’attenzione, peggiorerà l’umore e correrete il rischio di far insorgere dei disturbi psicologici.
Gli esperti inglesi affermano che dormire poco è una pessima abitudine, diffusa oramai in tutto il pianeta. La cosa più negativa è che non tutti i genitori percepiscono questo genere di problemi e molti danno l’iPad ai figli di pochi anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

bioshape
Wellness

Bioshape cos’è

di Notizie

Bioshape è l’innovativo sistema di Bios che avvalendosi delle più avanzate tecnologie garantisce ottimi risultati contro gli inestetismi della pelle.