×

Israele, nato il vitello rosso: annuncia la fine del mondo

Condividi su Facebook

Il sacrificio di un vitello rosso preluderebbe alla fine del mondo. Qual'è l'origine della mistica profezia.

La fine del mondo è vicina. Questa volta a lanciare l’apocalittico allarme non è qualche bizzarro seguace delle profezie Maya. L’annuncio non ha neppure a che fare con le solite balle spaziali su qualche civiltà aliena. A prevedere la prossima catastrofe è una delle più antiche comunità religiose, quella ebraica.

L’oscura previsione arriva direttamente da Israele dove una piccola associazione di chiaro stampo ortodosso, il “Temple Institute”, ha reso pubblica la notizia della nascita di un vitello rosso. Secondo una misteriosa profezia biblica l’evento preannuncerebbe infatti la fine del mondo e la venuta di un nuovo Messia. L’associazione ha immediatamente reso pubblica la notizia con tanto di video dimostrativo pubblicato su You Tube.

Una lettura ortodossa dei testi sacri

Da sempre nei testi sacri cristiani ed ebraici la nascita di questo animale è collegata alla fine dei tempi. In particolare, per l’Ebraismo, il sacrificio di un vitello rosso precederebbe la costruzione del terzo tempio e la nuova venuta del Messia. Chiaramente una simile interpretazione si fonda su una lettura ortodossa dei testi sacri, ormai superata nella maggioranza delle culture religiose. Eppure la faccenda è stata presa particolarmente sul serio, anche se c’è chi ha dei dubbi anche all’interno della comunità.

Secondo Breaking Israel News, l’animale potrebbe essere stato generato impiantando embrioni di red angus in tradizionali mucche domestiche israeliane. Per questo motivo il vitellino dovrà essere sottoposto ad accurata ispezione: una commissione di rabbini del “Temple Institute” lo terrà sotto controllo verificando che si sviluppi sano e, soprattutto, senza macchie. Non si tratta infatti del primo esemplare di vitello rosso di cui si sia registrata la nascita nel corso degli anni.

Già nel 1997 e nel 2002

Non è la prima volta che da Israele giunge un allarme simile. Quella del vitello rosso è una simbologia ricorrente nella cultura fondamentalista tanto ebraica quanto cristiana. Già nel 1997 e nel 2002 furono annunciate nascite di vitelli rossi e ogni volta si è parlato dell’avvento dell’avvicinarsi della costruzione del Terzo Tempio a Gerusalemme, dopo la distruzione dei precedenti da parte dei babilonesi e romani, e la nuova venuta del Messia.

Una specie di scontro tra religione e scienza, tra teologia e razionalità. Le rassicurazioni arrivarono già 6 anni fa dall’astrofisica Margherita Hack, la quale aveva assicurato una speranza di vita per la Terra di 5 miliardi di anni minimo. Ma tra una smentita e l’altra c’è sempre il tempo per una misteriosa profezia, specie se porta in sé la “promessa di ristabilire la purezza originaria del mondo”.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.