> > Lago di Garda: sub annega poche ore prima del suo compleanno

Lago di Garda: sub annega poche ore prima del suo compleanno

Lago di Garda sub annega

L'immersione nel lago di Garda è stata fatale per un sub polacco: muore annegato poche ore prima del suo compleanno

Durante un’immersione nel lago di Garda, un sub polacco è andato tragicamente incontro alla morte, a poche ore prima del suo compleanno.

Il suo corpo, ormai senza vita, è stato trovato da alcuni sommozzatori. Oggi, giovedì 6 ottobre, l’uomo avrebbe compiuto 57 anni. Si trovava in vacanza con la moglie a Limone sul Garda, nel Bresciano.

Lago di Garda, sub annega poche ore prima del suo compleanno: la vicenda

Jarek Wojciech Macedoński era il nome del sub che ha perduto la vita in queste ore; di nazionalità polacca, era uno sportivo ben noto nell’ambiente delle immersioni.

Infatti, aveva vinto svariati record mondiali, tra questi l’essere sceso a oltre 300 metri di profondità.

Giunto in provincia di Brescia, con l’obiettivo di immergersi nel lago di Garda, si trovava al Camping Park Garda di Limone, in compagnia di sua moglie. Martedì pomeriggio, aveva iniziato la sua immersione nel lago. 

Poi, verso le 21 di sera, la moglie aveva allertato i soccorsi poichè non aveva ancora fatto ritorno.

Le ricerche incrociate dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco e delle unità navali hanno continuato le operazioni di ricerca senza sosta quando, alle 23 circa, non è poi stata fatta la drammatica scoperta.

Le ipotesi che avrebbero condotto il sub alla morte 

Il cadavere del sub giaceva a pochi metri di profondità e, secondo le ricostruzioni da parte degli inquirenti, esiste la possibilità che qualcosa non abbia funzionato come avrebbe dovuto durante la risalita dal fondo del lago. 

Jarek Wojciech Macedoński era originario di Rzeszow, la città della Polonia confinante con l’Ucrania, ma aveva la residenza a Jaslo, assieme alla sua famiglia.

Non era la prima volta che si immergeva nel lago di Garda, lo conosceva bene.