Lago di Van: l'antico castello sommerso
Lago di Van: l’antico castello sommerso
Lifestyle

Lago di Van: l’antico castello sommerso

Scoperta in un lago turco
Il castello sotterraneo nel Lago Van

Il Castello sommerso nel Lago di Van, edificio risalente a 3.000 anni fa nell’est turco. Ecco un po’ della sua storia e come è avvenuta la scoperta.

Nel cuore del Lago salato di Van, il più grande Lago della Turchia, situato nella parte orientale del Paese, è stato scoperto inaspettatamente durante un’escursione, un castello sommerso risalente a 3000 anni fa. L’autore principale della scoperta si chiama Tashsin Ceylan, ed un ormai ex studente della Van Yüzüncü Yl University, un ateneo della zona. Egli sapeva che, secondo una leggenda, circolata dal 1995, in quel lago si nascondeva un mostro chiamato Van Gölü Canavarı (“Mostro del Lago Van”), alto circa 15 metri, e voleva verificare se era vero.

Mostro lacustreMostro lacustre

Ovviamente non lo era, ma in compenso il giovane ha reso nota l’esistenza dello storico edificio. “Da tempo si vociferava che, sotto le acque del lago, potesse nascondersi qualcosa. Tuttavia, la maggior parte degli archeologi e dei direttori di musei ci ripeteva che non avremmo trovato niente”, raccontò Tashsin ad un quotidiano locale, ma non fu proprio così.

Il castello

La scoperta

Ovviamente la scoperta del castello – quel “qualcosa” in fondo al lago – non fu neanche lontanamente immediata o rapida e ci vollero circa dieci anni per arrivarci.

L’edificio viene fatto risalire all’epoca della civiltà e del regno Urartu, che aveva sede in Armenia, tra l’Asia Minore, Mesopotamia e Caucaso. La vita di tale regno gravitava proprio attorno a Lago Van ed è durata dall’860 al 585 a.C.

Le mura del castello sono lunghe quasi un chilometro, alte 3-4 metri e realizzate quasi completamente con pietre da taglio. Sono rimaste praticamente intatte fino ad oggi grazie all’acqua alcalina del lago.

Inoltre sulle rive del Van e ad ovest dell’omonima, moderna città si trova ciò che rimane della città di Tushpa, capitale del regno di Urartu. Sulle pendici dei monti circostanti è situato il castello di Tushpa, che risale all’epoca del re Sarduri I, il quale regnò tra l’834 all’828 a.C. Nel corso dei millenni le acque del lago si sono alzate, coprendo il resto.

Il commento del ricercatore

Sub nel lago

“Molte civiltà e molti popoli si sono stabiliti lungo i secoli nei dintorni del lago – ha spiegato Tashsin Ceylan –; lo chiamavano “mare superiore”, e credevano nascondesse molti segreti”, ha spiegato Ceylan. “È stato un miracolo ritrovare sott’acqua un castello di questo tipo. Gli archeologi ora verranno qui per studiare la sua storia” e chissà che altre scoperte entusiasmanti faranno. Già il team di Ceylan ha ritrovato il relitto di una nave turca affondata nel 1948, tombe dell’impero selgiuchide esistito mille anni fa e un pavimento di stalagmiti alte fino a 20 metri e grande ben 4 chilometri quadrati.

Ora ci si concentra su ciò che si può eventualmente trovare sotto le mura del castello e sugli oggetti che potrebbero essere scoperti al suo interno, in modo da avere un’idea su come vivessero i personaggi altolocati che vi abitavano. E chissà che non si faccia vedere anche il “famoso” e leggendario Mostro di Van: la suggestione della terribile bestia continua.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche