×

Londra: donna 38enne racconta la sua esperienza con il “Long Covid”

Clare Daly, una donna di 38 anni residente a Londra, ha raccontato al Camden New Journal la sua esperienza e convivenza con i sintomi del "Long Covid"

Londra: donna con sintomi da long covid racconta la sua esperienza

È davvero significativa l’esperienza raccontata al Camden New Journal da Clare Daly, una donna di 38 anni la cui vita è stata completamente rivoluzionata dal Coronavirus e dalle conseguenze dell’infezione contratta, ecco i dettagli sul suo racconto in merito al “Long Covid“.

Londra, la donna con i sintomi da “Long Covid”

Una donna di 38 anni, Clare Daly, ha raccontato al Camden New Journal, le conseguenze apportate alla sua vita dall’infezione contratta da Covid-19. Un’esistenza completamente stravolta quella di Clare, che sino a poco tempo fa gestiva start-up tecnologiche e ora invece si ritrova in congedo per malattia da ormai cinque mesi, a causa dei sintomi da Covid, che non la abbandonano e sono persistenti e duraturi.

Londra, le dichiarazioni della donna con il “Long Covid”

La sindrome daLong Covid” sta colpendo moltissime persone, si tratta in sostanza di una condizione che riguarda le persone che hanno contratto l’infezione da Coronavirus e che per alcuni mesi o comunque per un tempo genericamente indefinito possono continuare ad accusare sintomi variabili e debilitanti, come ad esempio, stanchezza, difficoltà di concentrazione, mal di testa e tachicardia.

È questo il caso di Clare Daly, la donna di 38 anni residente ad Hampstead, che ha raccontato al Camden New Journal la sua esperienza con il “Long Covid”, ecco cosa ha dichiarato:

“Avendo avuto una lieve infezione, ora sono a casa da 5 mesi. Nelle prime 12 settimane a volte ho dovuto passare l’intera giornata con la testa sopra un umidificatore perchè non riuscivo a respirare, perchè ero molto congestionata. Il mio petto bruciava dal dolore. Ma i test diagnostici indicavano che io stavo bene”.

La donna si trova attualmente in congedo per malattia dal suo lavoro, a causa della persistenza dei sintomi del Long Covid e adesso rischia di perdere anche la sua abitazione. La sua vita in sostanza è stata distrutta dal Covid.

Londra, la donna con il “Long Covid”: l’importanza della ricerca

Al Camden New Journal la donna di 38 anni con i sintomi da “Long Covid“, che ha raccontato la sua esperienza e le conseguenze dell’aver contratto l’infezione, nella sua vita, ha parlato anche dell’importanza di fare ricerca per curare la sindrome del “Long Covid”, ecco cosa ha dichiarato a riguardo:

“Ci meritiamo cure, meritiamo la ricerca, meritiamo investimenti. Possiamo sconfiggere il Long Covid, ma servono cure maggiormente sperimentali”.

E ancora:

“È impensabile che qualcuno che conosci, improvvisamente possa non essere più in grado neanche di lavarsi. Abbiamo bisogno che i medici smettano di dire alle donne che sono malate croniche, che sono solo ansiose”.

Contents.media
Ultima ora