×

Medicina e chirurgia estetica: chi sono i professionisti del Nord Italia

Quattro interventi di chirurgia estetica su dieci sono eseguiti per riparare ai danni di altre operazioni. Per questo, affidarsi a Professionisti con comprovata esperienza è l’unica soluzione: ecco alcuni tra i Migliori del Nord Italia.

Medicina estetica: professionisti del nord Italia

Medicina e Chirurgia Estetica: una branca scientifica sempre molto discussa. Se, da un lato, la società in cui viviamo detta canoni di bellezza ancora perfezionistici, da un altro affidarsi a professionisti del settore diventa indispensabile non solo se si deve affrontare un intervento chirurgico, ma anche per quei “ritocchini” meno invasivi. “Adesso quattro interventi di chirurgia estetica su dieci sono eseguiti per riparare ai danni di altre operazioni, in buona parte da abusivi“, ha recentemente denunciato il professor Emilio Betti, chirurgo estetico, dermatologo, docente universitario e presidente della commissione nazionale scientifica ed etica di tutela medici estetici. Per non incorrere in rischi di questo tipo è veramente importante sapere chi sono i veri professionisti del settore. Di seguito, dunque, se ne segnalano alcuni – tra i migliori – che lavorano nel Nord Italia.

Nord Italia – Chi sono le eccellenze nella Chirurgia e Medicina Estetica

Ecco dove ricevono i medici: https://bit.ly/3yzkrfc

Nel campo della chirurgia estetica, nella clinica “Dr. Peròn”, a Parma e a Milano, lavora il dottor Luciano Perrone, specializzato in chirurgia estetica del seno. Dopo un lungo percorso di formazione a Londra e in Argentina, il dottor Luciano Perrone è rientrato in Italia per mettere alla prova tutte le sue abilità in un metodo di lavoro in Italia poco conosciuto: la “mastoplastica argentina”; molto apprezzata per i risultati ottenuti perché naturali, proporzionati e in armonia con la silhouette femminile. “Sono un chirurgo estetico specializzato nella chirurgia del seno: aiuto le donne a sentirsi più attraenti, sexy e sicure del loro corpo, migliorando la loro autostima e la loro vita sociale e professionale grazie al metodo dell’originale mastoplastica argentina: l’unico intervento di mastoplastica basato sul canone di bellezza latino-americano, diventato simbolo di femminilità in tutto il mondo”, rende noto il dottore. Tra i colleghi del dottor Luciano Perrone c’è il chirurgo estetico Ruggero Sinigaglia, che ha lavorato prima come medico generico, sviluppando, contemporaneamente, la sua attitudine per la ricerca della bellezza. Spinto da questa passione, si è specializzato in tecniche di mesoterapia, trattamenti viso con filler botulino, laserterapia per la rimozione macchie e tatuaggi per la depilazione definitiva, oltre a nuove tecniche hifu ed elettroporazione. “La mia è una visione del lavoro di tipo dinamico, in costante evoluzione, come la nostra società – afferma – E i miei clienti mi riconoscono la lunga esperienza e la mia onestà di proporre solo quello che può dare risultati sicuri, senza rischi”.

Il dottor Alessandro Dalla Vedova invece, della Derma Laser Clinic di Treviso, è sempre stato affascinato dalla Medicina, sin da bambino, sviluppando una propensione per la ricerca della perfezione in campo estetico. “La mia vita è iniziata all’insegna dell’indipendenza per motivi famigliari, questo mi ha fatto crescere e responsabilizzare molto velocemente, dice Alessandro Dalla Vedova. Oggi, la soddisfazione più grande, per me, è vedere quante persone si vedono e si sentono meglio dopo essere riuscito a soddisfare i loro desideri – afferma Alessandro Dalla Vedova – Spesso si tratta di ridurre o annullare un malessere legato alla propria fisicità. La mia mission è far percepire come la medicina estetica sia in grado di migliorare con naturalezza le persone e distogliere il pensiero dai brutti esempi che spesso si vedono, affidandosi a professionisti seri e con esperienza. In tutto questo, cavalcare l’innovazione diviene essenziale perché la medicina è scienza e la scienza è un’evoluzione continua”.

Il dottor Giovanni Luigi Rossi, chirurgo plastico, lavora con pazienti che soffrono, principalmente, di disformismi cutanei con l’obiettivo di far conoscere sempre meglio le prestazioni estetiche rendendole più facili da eseguire. Cesare Giampietro, medico estetico e psichiatra, ha lavorato anche come tenente medico in Aeronautica e nel campo della Psicoterapia. Il suo curriculum, focalizzato non solo sul benessere estetico ma anche su quello psichico, consente una valutazione del paziente a 360 gradi. Tra i settori di intervento di Cesare Giampietro ci sono, ad esempio, quelli del dismorfismo corporeo (quando l’attenzione di un individuo è focalizzata in modo ossessivo su un reale o immaginario difetto fisico tanto da andare a condizionare la vita dell’individuo stesso) e problematiche di disturbo depressivo e fobia sociale legate all’inestetismo che, inevitabilmente, incidono negativamente sul benessere psichico del paziente. “Ho una lunga carriera medica alle spalle – continua Cesare Giampietro – (ho fatto il tenente medico dell’aeronautica, lo psichiatra, lo psicoterapeuta) Esperienze che mi hanno portato ad approdare alla medicina estetica con un approccio del tutto differente dai miei colleghi. I miei pazienti apprezzano il mio approccio empatico, professionale, e non commerciale: so dire di no a richieste che ritengo non adeguate. La mia mission è quella di rendere il mio lavoro di più alto livello, che possa essere riconosciuto tra i migliori”.

Dalila Vergani, medico specializzato nella cura del viso, riceve a Ferrara e Bologna: pratica differenti tipi di interventi di medicina estetica al fine di poter proporre al paziente l’offerta più varia, aggiornata e precisa sulle strategie a disposizione, e per garantire un’assistenza e un’attenzione totale rispetto alle esigenze e alle aspettative dello stesso. Per ottenere questo risultato, integra una valutazione del complessivo stato di salute offrendo al paziente soluzioni efficaci in grado di migliorare, in modo significativo, la sua qualità di vita. Con la scelta dell’utilizzo di una serie di tecniche che consentono di rimodellare, correggere, sostenere, ristrutturare i tessuti dermici in maniera graduale ma decisiva, senza dover ricorrere all’uso del bisturi, evita di incorrere in problemi postoperatori. “Ogni viso e ogni corpo è unico e può essere migliorato e preservato solo comprendendone e rispettandone le linee, i volumi e la naturale conformazione”, spiega la dottoressa Dalila Vergani specializzata in rinofiller e profiloplastica non chirurgica: trattamenti richiesti da chi ha voglia correggere gli inestetismi del viso senza sottoporsi a interventi chirurgici.

Liliana Turatello, medico estetico di Vicenza, ha lavorato, precedentemente, in ospedale. Da questa lunga esperienza, ha appreso la necessità, prima di tutto, ancor prima della bellezza estetica, di concentrarsi sull’effetto terapeutico dei trattamenti che, in modo innovativo, pratica quotidianamente. “Le caratteristiche che mi contraddistinguono sono quelle della correttezza, serietà e ricerca dell’efficacia, sostiene la Dott.ssa Liliana Turatello”. Tra le sue colleghe c’è anche la dottoressa Carla Enrica Marino di Savona, che lavora anche come laserista. “I pazienti che seguo, in media, hanno tra i 18 e i 45 anni, e sono studenti e giovani professionisti – afferma la dottoressa – Ho lasciato un grande ospedale pediatrico, il Gaslini, dove ho iniziato il mio percorso formativo, per specializzarmi in dermatopatologia e lesioni cutanee. Mi rammarico quando vedo labbra eccessive, distorte nella loro fisiologica anatomia, e zigomi senza alcuna proiezione armonica, o quando i miei pazienti non comprendono che, spesso, “Less is more” (“Meno è più”), verso una medicina estetica naturalmente bella a qualunque età. La bellezza, in ogni sua manifestazione, favorisce la buona vita, quella morale ingentilisce i pensieri. Ritengo che ogni volto vada valutato nelle sue proprie caratteristiche native, e che la bellezza non significhi perfezione ma armonia di un insieme. Certi piccoli inestetismi di un viso conferiscono personalità, così come la correzione di altri può esaltarne la bellezza”. La dottoressa Irene Pistis, medico estetico, cagliaritana di origine, oggi lavora nella provincia di Bologna. “Eseguo spesso i trattamenti di rinoplastica medica e di blefaroplastica non chirurgica, rinofiller e trattamenti di filler viso – afferma – Mi reputo professionalmente in continua evoluzione. In futuro, infatti, mi piacerebbe portare nuove tecnologie nello studio come il laser e il lesc per miniliposuzione; dando attenzione all’analisi qualitativa della pelle e migliorando la documentazione fotografica del paziente. Credo che per fare un buon lavoro siano fondamentali: impegno costante, pratica e aggiornamento continuo. Con la pandemia, abbiamo avuto un aumento delle richieste di trattamenti medico/estetici in quanto lo smartworking ha fatto focalizzare l’attenzione sul proprio aspetto fisico. Tuttavia, in seguito all’infezione da Covid e alla vaccinazione si sono riscontrati un aumento di possibili effetti indesiderati post filler. Questo evento ci ha obbligati a rivedere tutte le modalità di accesso in studio e spesso a visitare i pazienti a distanza”. Per la correzione e il miglioramento delle labbra lavora il dottor Gian Paolo Baruzzi, attraverso tecniche di biorivitalizzazione che idratano e stimolano la produzione di collagene. “Le parole chiave del mio approccio alla bellezza sono: naturalità, proporzione e fascino – afferma – Da oltre 15 anni mi occupo di medicina antiaging e gestione dello stress e ho collaborato molto tempo per diverse medical spa importanti su progetti legati al benessere, alla salute e alla bellezza, continua Gian Paolo Baruzzi. Le labbra sono una delle parti più sensuali del nostro viso e gran parte della bellezza dipende proprio da queste: trasmettono fascino e sensualità solo se sono, anche voluminose, ma sempre proporzionate e armoniche. Associare a un percorso di medicina estetica e antiaging, test genetici sull’invecchiamento della pelle ne aumenta gli effetti e la durata”. Alireza Rakhshan, medico chirurgo, dal 2006 lavora nel campo della medicina estetica di alta qualità con strumenti medicali all’ avanguardia e tecniche innovative non invasive. “La mia soddisfazione è quella di rendere felice e soddisfatto il paziente, perché un difetto dell’anima non può essere corretto, ma un difetto del corpo, se corretto, può migliorare l’anima. Non esiste cosa più bella di una persona che si fa bella per piacere a se stessa permettendo di essere in sintonia con il suo corpo”, spiega. Il dottor Rakhshan esegue interventi non invasivi che ancora sono poco conosciuti in Italia, come la blefaroplastica permanente senza cicatrice e senza dolore; nuove tecniche di filler e rimodellamento del viso e corpo; trattamenti di trap e triplex per la cura delle vene varicose; radiofrequenze frazionate; carbossiterapia; plexre; epilazione definitiva con laser; intralipoterapia per la cellulite”. Nello stesso settore lavora anche il dottor Giovanni Benfenati, esperto di tecnologie elettromedicali microinvasive, lipofilling e cellule staminali per una medicina antiage rigenerativa. “Sono un esperto di tecnologie applicate alla medicina e alla chirurgia e utilizzo i moderni elettromedicali per ottenere il massimo dei risultati con la minore invasività verso la correzione degli inestetismi e l’armonia del viso e del corpo. Vivo la medicina estetica come benessere e mantenimento del corpo, in armonia e salute fisica e mentale”, afferma. Di medicina rigenerativa, la nuova frontiera della medicina estetica, si occupa anche il dottor Andrea Maria Scarpa dello studio medico “Genesthetique”. “Ringiovanire senza trasformare” è il motto che accompagna i suoi studi scientifici. La medicina rigenerativa, infatti, si occupa della riparazione dei tessuti danneggiati attraverso la rigenerazione di cellule del tessuto stesso grazie all’utilizzo di cellule staminali per contrastare l’invecchiamento naturale e irreversibile della pelle. Questo tipo di trattamenti consente di mantenere un aspetto sano, naturale e giovane nel tempo e lavora, in particolar modo, su viso, occhi, contorno labbra, collo e décolleté, mani, seno, cicatrici, smagliature e sul contenimento dell’alopecia, l’attenuazione di cicatrici e smagliature attraverso l’utilizzo di macchinari di ultima generazione e di alta tecnologia. “La medicina rigenerativa, per me, non rappresenta una branca della medicina, ma un atteggiamento mentale, basato sul fatto che il nostro organismo ha una naturale capacità autoriparativa e che noi, con una corretta alimentazione, un corretto stile di vita e qualche “stimolazione” esterna, possiamo amplificare risolvendo molti problemi che, se cronicizzati, possono portare a complicanze difficili e di lenta risoluzione – afferma il dottore – Propongo un approccio multidisciplinare, dove affidabilità e fidelizzazione sono obiettivi perseguiti per mezzo della professionalità e del massimo rispetto del paziente. Quando vengono da me pazienti che desiderano migliorare il proprio aspetto, non mi limito a fare filler o botulino, ma cerco di analizzare chi ho davanti, in che modo possa stare meglio sotto ogni punto di vista, non solo estetico”.

Tommaso Bianchi, dottore alla Native Medica, è un medico dermatologo specializzato nel trattamento dell’acne e della dermatite atopica, e delle problematiche allergologiche cutanee: un settore che ha a che fare, in particolar modo, con gli under40. “Eseguo filler labbra con una particolare attenzione all’armonia del volto e alla persona per rendere il volto unico, organico e rispondente alle esigenze delle pazienti”, spiega il dottore. Una branca della medicina che ha visto crescere il numero di interventi in conseguenza alla pandemia. “Da un punto di vista estetico, l’uso della mascherina ha portato ad un boom di trattamenti della zona periorale per le conseguenze dell’acne da mascherina – precisa il dottore – Sarebbe bello costruire una rete di ambulatori Native Medica che abbiano tutti lo stesso livello di accoglienza, competenza medica del personale, tranquillità percepita e attenzione dedicata al paziente”. Infinite, non per importanza, c’è la Dottoressa Paola Caminiti Professionista in costante crescita, la Dottoressa Caminiti continua ad allargare le sue competenze diventando omeopata e specializzandosi sempre più nella medicina estetica e nelle metodiche laser ; è insaziabile nello studio e nella ricerca di aggiornamenti attraverso la frequenza costante di corsi, Master e Congressi a livello nazionale. Il desiderio di perfezionamento nella professione la porta a conseguire il diploma quadriennale in medicina ad indirizzo estetico, a pieni voti con lode. La Medicalspa segue quindi l’evoluzione ed i cambiamenti della dottoressa Caminiti ponendosi come obiettivo primario il benessere del paziente a 360°: l’ascolto attento e competente, il tempo dedicato sempre con grande interesse e professionalità e l’utilizzo delle migliori tecnologie presenti sul mercato, sono i punti di forza dello studio che si prefigge di soddisfare i pazienti comprendendone rapidamente le esigenze, consigliando loro i percorsi più specifici ed adeguati alle loro necessità e finalità ultime. Tutto questo facendoli sempre sentire accolti in un ambiente confortevole e caldo!

Odontoiatria estetica

Cesare Paoleschi lavora presso la compagnia Iris come chirurgo odontoiatra nella riabilitazione di gravi atrofie ed è uno dei pochi, in Italia, a eseguire il trattamento degli impianti zigomatici. “Risolvo casi molto complessi e il mio obiettivo quotidiano è restituire il sorriso a persone senza denti e con gravi problemi” Il dottor Cesare Paoleschi è un punto di riferimento per pazienti di tutta Italia. Nel 2021 ha eseguito oltre 350 casi di riabilitazione di gravi atrofie mediante le più sofisticate tecniche di chirurgia implantare restituendo estetica e funzionalità del sorriso. Il dr. Cesare Paoleschi è laureato in odontoiatria e protesi dentaria ed è iscritto all’albo degli odontoiatri di Lucca al nr. 3.

Tra le sue colleghe c’è Anna Salat, dentista estetica, che fa parte di un gruppo di dentisti leader mondiale e tiene diversi corsi, nazionali e internazionali, sull´estetica dentale. “Cerco persone che vogliono migliorare il sorriso con trattamenti molto naturali e poco invasivi. In questo senso, mi definisco una “scultrice di sorrisi” – spiega – Stiamo parlando di tecniche additive dove si aggiunge, non si toglie. Nella nostra disciplina, si usa tanto il bonding dentale (adesione dentale): si incolla qualcosa sopra il tuo smalto che fa vedere il sorriso più bianco e luminoso. Tanti dentisti usano la ceramica come materiale mentre io ho una preferenza per il materiale composito per l´estetica: di altissima qualità e più economico rispetto alla ceramica, grazie al quale si possono, comunque, ottenere ottimi risultati. Le migliori soddisfazioni? Sicuramente quando cambio la vita dei pazienti con il sorriso. Quando si cominciano a fare i capelli, a perdere peso, a prendersi cura di se stessi”.

Ecco dove ricevono i medici: https://bit.ly/3yzkrfc

Contents.media
Ultima ora