Milano, arrestato 37enne per truffe seriali ad anziani
Milano, arrestato 37enne per truffe seriali ad anziani
Milano

Milano, arrestato 37enne per truffe seriali ad anziani

Milano

Un uomo è stato arrestato a Milano con l'accusa di truffa aggravata. E' stato protagonista di 8 episodi ai danni di donne tra i 70 e gli 85 anni.

Un uomo di trentasette anni è stato arrestato a Milano con l’accusa di truffa aggravata. In particolare, l’uomo è stato protagonista di otto episodio ai danni di donne tra i settanta e gli ottantacinque anni. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal G.I.P. del Tribunale di Milano nei confronti del giovane che era già conosciuto dalle forze dell’ordine ed è stata eseguita dai carabinieri del Comando Provinciale di Milano. Nel giro di pochi mesi, il delinquente ha guadagnato un bottino superiore a quarantamila euro.

Commetteva truffe a Milano

I Carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno arrestato un uomo di trentasette anni con l’accusa di truffa aggravata. In particolare, l’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal gip del Tribunale di Milano nei confronti dell’uomo, di origini italiane e già conosciuto dalle forze dell’ordine. La misura cautelare è arrivata al termine delle indagini dei militari della squadra anti truffe del Nucleo Investigativo.

Una inchiesta che ha raccolto una serie di elementi nell’ambito dell’analisi di determinati episodi di truffa che sono avvenuti a Milano nei confronti di persone anziane.

Gli accertamenti condotti dai carabinieri hanno permesso di individuare l’uomo come autore di ben otto episodi, che sono stati consumati nei mesi scorsi tra aprile e giugno. Entrando nel dettaglio, le truffe sono state commesse ai danni di donne dai settanta agli ottantacinque anni, alle quali sono stati portati via più di diciassettemila euro in contanti. Oltre a dei preziosi per un valore stimato superiore ai venticinquemila euro.

Le indagine

Secondo quanto è stato ricostruito dagli investigatori, le truffe sono avvenute in diverse zone della città. Sono state comunque messe a segno sempre attraverso le stesse modalità. Un modus operandi che prevedeva un contatto telefonico con le vittime, nel corse del quale prima un falso avvocato e poi un falso maresciallo dei Carabinieri comunicava alle anziane la necessità di consegnare il denaro e i gioielli ad un emissario, al fine di poter rilasciare un presunto familiare che in quel momento era trattenuto in caserma in quanto autore di un sinistro stradale.

Un familiare che ovviamente non esisteva.

A quel punto, a ritirare i gioielli e i soldi era proprio il trentasettenne, che poi è stato individuato grazie alle descrizioni delle vittime e anche attraverso alcuni fotogrammi estrapolati dalle telecamere di videosorveglianza. L’uomo è stato individuato anche grazie a determinate attività tecniche svolte dai militari. Il delinquente è stato condotto presso il carcere di San Vittore, dove resta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Nel frattempo proseguono le indagini dei Carabinieri per cercare di scovare eventuali complici dell’uomo e la sua responsabilità anche in altri episodi. Si sono dunque fermate le truffe commesse dall’uomo, che nel giro di qualche mese è riuscito a guadagnare un bottino superiore ai quarantamila euro. Gli episodi contestati per il momento sono otto e sono avvenuti in diverse zone della città a partire dal 27 aprile fino al 30 giugno di quest’anno.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche