×

Monitoraggio ISS 7 maggio, Rt sale a 0,89: zona gialla in quasi tutta Italia

L'indice Rt sale a 0.89 ma l'Italia potrebbe essere quasi tutta in giallo da settimana prossima: i dati del monitoraggio dell'ISS del 7 maggio.

Monitoraggio ISS 7 maggio

Stando al monitoraggio settimanale dell’ISS del 7 maggio, l’indice Rt nazionale è salito per la seconda settimana consecutiva e si è stanziato a 0.89 (contro lo 0.85 della settimana precedente e lo 0.81 di quella prima). Per quanto riguarda i nuovi colori delle regioni da lunedì 10, l’Italia dovrebbe essere tinta per la maggior parte di giallo e potrebbe non avere più alcuna zona rossa.

La Valle d’Aosta, in lockdown da una settimana, potrebbe infatti essere promossa ad arancione grazie ai dati in miglioramento. In fascia arancione dovrebbero rimanere sicuramente Sardegna e Sicilia mentre Puglia, Basilicata e Calabria sperano nella zona gialla.

Monitoraggio ISS 7 maggio: Valle d’Aosta

Mentre le regioni attualmente gialle dovrebbero rimanere tali, tra quelle arancioni e rosse alcune potrebbero essere promosse alla fascia di minor rischio. La Valle d’Aosta spera infatti nell’arancione dopo una sola settimana: l’incidenza dei casi positivi ogni 100 mila abitanti è scesa a quota 187 (ben sotto la soglia dei 250 che fa scattare la zona rossa), l’indice di contagio è inferiore a 1 e la pressione sugli ospedali che si è allentata.

Monitoraggio ISS 7 maggio: Puglia, Basilicata, Calabria e Sardegna

Allo stesso modo Puglia, Basilicata e Calabria, ora arancioni, sperano di approdare in zona gialla da lunedì 10 maggio. Se così fosse saranno in totale 53 milioni gli italiani che potranno circolare liberamente, recarsi al ristorante a pranzo e cena nonché al cinema, a teatro o in un museo. La Sardegna è invece in bilico tra arancione e giallo. L’ordinanza del 3 maggio prevede restrizioni per un’altra settimana ma il governatore Christian Solinas ha chiesto al Ministero il passaggio di fascia.

Negli ultimi 14 giorni tutti i principali indicatori sono in miglioramento con un quadro generale compatibile con la fascia di rischio più bassa. Rimanere in arancione sarebbe paradossale“.

Monitoraggio ISS 7 maggio: Veneto

Il Veneto, pur rimanendo in zona gialla, sta facendo i conti con un aumento dell’indice Rt, attualmente a 0.95. “È un dato che ci preoccupa e ci deve preoccupare“, ha affermato la responsabile regionale alla Sanità. L’incidenza rimane comunque bassa (97 contagi ogni 100 mila abitanti) e il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e area medica da parte dei malati Covid è sceso sotto il 15%.

Contents.media
Ultima ora