I monumenti aperti al pubblico a Verona: i più belli
I monumenti aperti al pubblico a Verona: i più belli
Lifestyle

I monumenti aperti al pubblico a Verona: i più belli

Verona, città di antica origine romana, ma famosa in tutto il mondo per essere teatro della tragedia Romeo e Giulietta di Shakespeare.

Verona, città di antica origine romana ma famosa in tutto il mondo per essere teatro della tragedia Romeo e Giulietta di Shakespeare. Verona è una delle città italiane con il maggior livello di benessere e con la migliore qualità della vita. E’ anche una città dal grande richiamo turistico a livello mondiale poiché, grazie a Romeo e Giulietta è conosciuta in tutto il mondo come la città simbolo dell’amore. Tra i monumenti aperti al pubblico possiamo annovare una serie abbondante di luoghi da visitare.

Monumenti aperti

Il monumento più famoso, il monumento simbolo di Verona è senza dubbio l’Arena. Si tratta dell’antico anfiteatro romano a forma ellittica, risalente al I secolo d.C., originariamente era più imponente rispetto all’attuale consistenza, infatti aveva un terzo livello o meglio un anello esterno di cui è rimasta una piccola parte, infatti con il tempo l’Arena venne utilizzata come vera e propria cava da cui si estrassero le pietre per realizzare altre opere.

Attualmente l’Arena viene utilizzata per ospitare gli spettacoli di lirica, è qui che venne presentata per la prima volta l’Aida di Verdi. In epoca romana, il Colosseo, ospitava gli scontri tra i gladiatori e quelli con le belve feroci. Più avanti ebbe usi diversi, postribolo, corte di giustizia, zona di attività artigianali, luogo di spettacoli. Si trova in piazza Bra, è visitabile tutti i giorni, il biglietto ordinario di ingresso costa euro 10.

In via Cappello 23 c’è la casa di Giulietta con il famoso balcone (recentemente restaurato) da cui calava la treccia per il suo Romeo. Era l’abitazione in cui visse a partire dal secolo del 1400 la famiglia Del Cappello, cioé i Capuleti della tragedia. All’esterno della casa la statua di Giulietta. La casa è aperta tutti giorni, per la visita è bene controllare prima gli orari, il biglietto di ingresso ordinario è di euro 6. E’ possibile abbinare anche la visita alla tomba di Giulietta, che si trova presso il Museo degli Affreschi G.B. Cavalcaselle, in tal caso si fa un biglietto cumulativo dal costo di euro 7.

Basilica di San Zeno Maggiore, romanica, risale al X-XI secolo, appartiene al romanico veronese, caratteristico il rosone detto Ruota della fortuna con le sei statue che rappresentano le vicende alterne della vita. Ospita la pala di San Zeno del Mantegna. E’ visitabile anche il Chiostro e la Torre Campanaria. Il biglietto di ingresso costa euro 6. Apertura tutti i giorni.

Ponte di Castelvecchio o Ponte Scaligero, costruito tra il 1354 e il 1356 su ordine di Cangrande II della Scala, Signore di Verona. Progettato da Guglielmo Bevilacqua, è a tre arcate, caratteristico per le merlature, era via di fuga strategica verso nord in caso di invasione nemica. fu distrutto nel 1945 a venne fedelmente ricostruito utilizzando i mattoni e pietre recuperati dall’Adige. E’ collegato alla Fortezza di Castelvecchio. E’ aperto al pubblico, per cui è liberamente visitabile.

Ponte di Pietra, è l’antico ponte sull’Adige, costruito dove sorgeva il primo antichissimo guado sull’Adige, nel punto in cui le acque sono meno pericolose, ha cinque arcate. Le Arche Scaligere, sono tre e sono i monumenti funebri dei signori Della Scale, Cangrande, Mastino e Cansignorio Della Scala, sono in stile gotico, vicino ad esse la Chiesa di Santa Maria. Piazza delle Erbe, sull’antico foro romano dove si incontravano il cardo e il decumano massimo, prese questo nome nel medioevo dal fatto che vi si svolgeva principalmente il mercato delle spezie. Ai suoi lati sorgono importanti edifici come la Torre dei Lamberti, che è il più alto edificio della città, fatto erigere da una ricca famiglia, i Lamberti, appunto, venne poi acquistato dal comune e usato come edificio pubblico.

E’ costruito con i materiali tipici del romanico veronese, mattoni e tufo. In una parte della piazza si tiene il mercato. La torre è accessibile fino alla sua cima. La visita è possibile tutti i giorni, il biglietto costa euro 5 ed è possibile anche la visita alla Galleria d’Arte Moderna con biglietto cumulativo da euro 8. Piazza dei Signori, è il salotto della città. Su di essa si affaccia il Palazzo degli Scaligeri originario del XII secolo, ospitò, tra l’altro, Dante in esilio; poi c’è la Loggia del Consiglio di epoca rinascimentale. Nei pressi della piazza c’è la chiesa di Santa Maria Antica, risalente al VII secolo, piccola ma suggestiva, sulla cui porta laterale si trova la tomba di Cangrande I della Scala.

Santa Maria Matricolare, è il Duomo di Verona, sorge sui resti di una chiesa paleocristiana e venne consacrata nel 1187, nei secoli successivi v furono portate modifiche e ampliamenti. Bello il Protiro a doppia arcata, bella l’abside con decorazioni a rilievi. Conserva una pala che rappresenta la Madonna dell’Assunta e che appartiene al Tiziano. E’ visitabile tutti i giorni. Porta Borsari, era l’antica porta dentro alle mura romane, costruita nel I secolo d.C. accedeva al principale decumano della città ed era la più importante porta d’accesso alla città. Originariamente era un vero e proprio edificio con vani interni che ospitavano la dogana e i soldati romani, oggi rimane la parte esterna su cui, in un punto, è ancora leggibile la scritta “Verona Colonia Augusta”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Huawei P10 Lite 32GB 4GB Ram Black - Nero
209 €
Compra ora
Diadora Cyclette Cleo Rigenerata
89.95 €
189 € -52 %
Compra ora