> > Morto Gunter Blobel, premio Nobel per la medicina

Morto Gunter Blobel, premio Nobel per la medicina

Gunter Blobel

A causa di un tumore si è spento all'età di ottantuno anni il vincitore del Premio Nobel per la Medicina nel 1999.

All’età di ottantuno anni si è spento Gunter Blobel, che nel 1999 ha vinto il Premio Nobel per la Fisiologia-Medicina.

Il decesso è avvenuto a causa di un tumore. Vinse il Premio Nobel grazie alla scoperta sui peptidi segnale, ovvero dei segnali intrinseci delle proteine che sono in grado di gestire e governare la loro posizione e il loro trasporto nella cellula. In altre parole, si tratta di una sorta di “codice postale” in grado di indirizzare le cellule a sintetizzare le proteine dove servono.

Morto Gunter Blobel

E’ morto Gunter Blobel, vincitore del Premio Nobel per la Fisiologia-Medicina nel 1999.

Il biologo molecolare tedesco è deceduto all’età di ottantuno anni a New York a causa di un tumore. Blobel era nato il 21 maggio 1936 a Waltersdorf (oggi Niegoslawice, in Polonia). Nel 1945 era riuscito a fuggire dalla Bassa Slesia (in Germania) dopo l’invasione effettuata dall’Armata Rossa. Si è laureato nel 1960 all’Università di Tubinga e nel 1967 ha conseguito un dottorato di ricerca presso l’Università del Wisconsin-Madison (negli Stati Uniti).

Grazie ai suoi studi sulla fisiologia e soprattutto sulle proteine, ha scoperto i peptidi segnale, ovvero dei peptidi corti che sono caratterizzata dalla presenza di al massimo una trentina di amminoacidi e che sono alla base del targeting proteico. In altre parole, si tratta in particolare di un meccanismo che spinge le cellule a sintetizzare le nuove proteine proprio dove servono, come se avessero stampato una sorta di codice postale.

E’ proprio questo “codice postale”, ovvero il peptide scoperto da Blobel, a indirizzare le proteine nel tessuto giusto. Questa scoperta effettuato dallo scienziato tedesco ha portato ad una migliore comprensione di numerose patologie, proprio perchè la maggior parte delle malattie hanno una base molecolare. In particolar modo, grazie a questa scoperta è stato comprendere meglio determinate patologie, come ad esempio l’Alzheimer, la leucemia, la schizofrenia ed altre ancora.

Il Premio Nobel

Come già accennato in precedenza, il biologo molecolare ha vinto nel 1999 il Premio Nobel per la Fisiologia-Medicina proprio grazie alla “scoperta dei segnali intrinseci delle proteine che governano la loro posizione e il loro trasporto all’interno della cellula”. Oltre al Premio Nobel, negli anni precedenti Gunter Blobel aveva ottenuto anche altri prestigiosi riconoscimenti. Come ad esempio il NAS Award in Molecular Biology nel 1978, un premio che veniva assegnato a partire dal 1962 da parte della National Academy of Science. Questo riconoscimento era rivolto in particolare a tutti i giovani e promettenti scienzati dell’epoca.

Inoltre, Blobel ha conquistato nel 1983 il Richard Lounsbery Award, un premio dedicato soprattutto a studiosi americani e francesi con meno di quarantacinque anni di età. Lo scienziato tedesco riuscì ad ottenere questo riconoscimento grazie agli straordinari risultati scientifici ottenuti in medicina e biologia. Blobel ha anche insegnato a partire dal 1968 alla Rockfeller University (dove ha lavorato per circa cinquanta anni) di New York e ha fatto parte anche del consiglio di amministrazione della Nestlè. Ma non solo. E’ stato pure nel consiglio di amministrazione del Board of Scientific Governors presso lo Scripps Reserch Institute.