×

Turista napoletano ucciso negli Stati Uniti: gli hanno sparato mentre si trovava in auto

Carlo Marigliano, napoletano di 31 anni, è stato ucciso con un colpo di arma da fuoco mentre era in vacanza negli Stati Uniti: si indaga sul delitto

default featured image 3 1200x900 768x576

Un turista italiano, originario di Napoli, è stato ucciso negli Stati Uniti. Si tratta di Carlo Marigliano, di 31 anni, papà di due bambini. Il nostro connazionale pare sia stato freddato in strada a Little Rock, la città capitale dell’Arkansas. L’episodio è avvenuto venerdì scorso.

A dare notizia della tragedia sono stati i media americani. Secondo le prime indiscrezioni, l’assassinio di Carlo rientrerebbe nel clima di violenza che sta sconvolgendo Little Rock. La città infatti conta già 37 omicidi dall’inizio dell’anno.

carlo

Purtroppo in questa tragica statistica rientra anche Carlo. Il 31enne sembra che fosse in vacanza in quella zona. Doveva incontrare alcuni amici nello stato dell’Arkansas. In seguito avrebbe dovuto raggiungere la moglie a Miami. Secondo i media degli Stati Uniti, Carlo avrebbe deviato il percorso originario per motivi ancora non del tutto chiariti. A quel punto l’uomo è stato raggiunto da alcuni proiettili mentre si trovava alla guida di una vettura sulla North Shackleford Road.

Totalmente sconvolti sono ovviamente i suoi familiari. Un cugino, intervistato da Channel 7, ha dichiarato di voler sapere cosa è successo e perché sia accaduto.

Ucciso a colpi di pistola: la ricostruzione della polizia americana

Gli inquirenti americani dicono che Carlo è stato accidentalmente investito da colpi di arma da fuoco. Nella città dell’Arkansas è in corso una vera e propria escalation di violenza che ha già portato alla morte di quasi quaranta persone dall’inizio del 2017.

Il giornale “ArkansasOnline” riferisce che solo la scorsa settimana i morti in città sono stati cinque. Tra questi, appunto, anche Carlo Marigliano

Schermata 2017-08-03 alle 17.13.51

Secondo la polizia statunitense, l’italiano sarebbe morto perché raggiunto in modo accidentale da un colpo di arma da fuoco. Carlo si trovava a bordo della sua Jeep Cherokee e percorreva la North Shackleford Road. Quando è stato raggiunto dal proiettile, è andato a sbattere contro un edificio lungo la strada. Il cugino che vive negli Stati Uniti ed è stato intervistato da Channel 7 vuole vederci chiaro. C’è la speranza che si sia trattato di un errore, ha riferito il famigliare. “Ma abbiamo paura che possa anche non essere così».

Carlo Marigliano faceva il tassista, era sposato e padre di due figli, un bambino di 8 anni e una bambina di 2. Si trovava negli Stati Uniti per incontrare alcuni amici. Aveva poi in programma un viaggio piuttosto esteso nel paese, prima di incontrare la moglie a Miami tra qualche settimana. Ma, a quanto pare, non aveva in programma di spingersi fino in Arkansas. Per questo i parenti vogliono capire come mai l’uomo si trovasse lì e per quale motivo.

Contents.media
Ultima ora