×

New York, sparatoria a Times Square: ferite due donne e una bambina

Nel corso di una sparatoria a Times Square, New York, due donne e una bambina di soli quattro anni sono state ferite e portate in ospedale.

sparatoria times square 768x432

Negli Stati Uniti d’America, è stata segnalata una sparatoria nel cuore di Manhattan: i colpi d’arma da fuoco rivolti verso la folla hanno ferito tre persone, tra i quali figura anche una bambina.

New York, sparatoria a Times Square: la segnalazione alla polizia

Nel pomeriggio di sabato 8 maggio, intorno alle ore 17:00 circa, è stata registrata una sparatoria a Times Square, situata a Manhattan, uno dei cinque boroughs della città di New York.

La drammatica circostanza si è verificata tra la West 44th St. e la Seventh Avenue e ha causato il ferimento di tre passanti, trasferiti presso il Bellevue Hospital di New York in condizioni stabili.

Il responsabile dell’aggressione, invece, si è dato velocemente alla fuga dopo aver commesso il reato ed è ricercato dalla polizia.

In seguito alla sparatoria, le forze dell’ordine sono state allertate e si sono prontamente recate sul luogo dell’agguato, provvedendo a evacuare l’area in cui è avvenuto il crimine in modo rapido e sicuro. L’intera Times Square, pertanto, è stata resa totalmente inagibile al fine di consentire alla polizia di indagare, raccogliere testimonianze e procedere alla raccolta di tutti i rilievi necessari.

New York, sparatoria a Times Square: ferite due donne e una bambina

A proposito delle vittime rimaste coinvolte nella sparatoria, la giornalista della Cbs Kiran Dhillon – presente sul luogo del crimine e in stretto contatto con gli agenti che stanno perlustrando la zona – ha dichiarato di aver saputo da fonti della polizia che le persone colpite dal tiratore sono tre donne. Si tratta, in particolare, di una bambina di 4 anni, ferita alla gamba sinistra; una ragazza di 23 anni, ferita alla gamba destra, e una donna di 43 anni, ferita al piede sinistro.

Le forze dell’ordine hanno anche sottolineato che le vittime non sarebbero state scelte intenzionalmente ma in modo del tutto casuale. Tra loro, infatti, non esiste alcun tipo di correlazione. Alla NBC New York, inoltre, due poliziotti hanno spiegato che la sparatoria sembrerebbe essersi sviluppata in seguito a una disputa tra un gruppo di quattro uomini. Uno di essi, adirato dalla lite, avrebbe estratto una pistola e fatto esplodere i colpi. Nonostante l’uomo si sia poi dato alla fuga, alcuni agenti che si trovavano in prossimità del luogo del crimine sono riusciti a impossessarsi di una foto del sospettato, attualmente ricercato.

New York, Times Square: il video della sparatoria e il messaggio del sindaco de Blasio

La sparatoria di Manhattan è stata immortalata da alcune telecamere di videosorveglianza installate sul posto. In particolare, un video che è stato pubblicato sui social già dopo pochi minuti dall’accaduto mostra la zona di Times Square, presso la quale si è verificata l’aggressione, gremita di cittadini e turisti. La quiete che inizialmente caratterizza il filmato, tuttavia, viene bruscamente interrotta in seguito all’esplosione di tre colpi di arma da fuoco che terrorizza i presenti. In appena una manciata di secondi, quindi, tutte le persone presenti sul luogo iniziano a correre in preda al panico, nel tentativo di mettersi in salvo e sfuggire a un’ignota minaccia.

L’atroce vicenda è stata commentata dal sindaco di New York, Bill de Blasio, che ha scritto un post su Twitter affermando: “Gli autori di questa violenza insensata verranno rintracciati e il NYPD li consegnerà alla giustizia. Il flusso di armi illegali nella nostra città deve finire”.

Contents.media
Ultima ora