×

Nuovo test salivare Covid finanziato da Bill Gates: come funziona il test salivare per il Covid e quanto è efficace

I ricercatori del California Institute of Technology hanno sviluppato un nuovo tampone salivare per rilevare il Covid, finanziato da Bill Gates.

test salivare

I ricercatori del California Institute of Technology hanno sviluppato un innovativo test salivare capace di intercettare il Coronavirus SARS-CoV-2 con rapidità e una sensibilità maggiore rispetto ai tamponi nasali.

Nuovo test salivare Covid

Il test salivare, ancora sperimentale, può essere di grande aiuto per contenere la nascita di nuovi focolai e la diffusione dei contagi. I campioni biologici possono essere auto-raccolti, consentendo l’isolamento dalla famiglia e dalla comunità in tempi più veloci. Il team di scienziati del California Institute of Technology (CALTECH) ha collaborato con i colleghi del Dipartimento di Salute Pubblica della Città di Pasadena. Gli scienziati, coordinati dal professor Rustem F.

Ismagilov, esperto di microfluidica e docente presso la Divisione Chimica e Ingegneria Chimica dell’Istituto, hanno testato l’efficacia del nuovo test salivare coinvolgendo volontari che avevano avuto contatti stretti con familiari positivi al Covid. Lo scopo era determinare quali dei test inclusi nella ricerca fossero più rapidi e sensibili. Secondo uno studio dei Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) circa il 50% dei familiari dei positivi sviluppa l’infezione.

Il professor Ismagilov e i colleghi hanno confrontato la capacità del nuovo test con quella dei tamponi nasali. I campioni biologici venivano auto-raccolti dai volontari due volte al giorno e conservati in contenitori con composti in grado di preservare l’RNA del patogeno pandemico. Questo veniva sempre intercettato prima dal tampone salivare che da quello nasale.

La positività veniva poi confermata con analisi di laboratorio ad alta sensibilità. Gli scienziati hanno fatto vari esempi che evidenziano la maggior sensibilità del nuovo test salivare.

Il test è in grado di rilevare una carica virale elevata prima che il tampone nasale risulti positivo. Lo studio ha alcuni limiti che non devono essere sottovalutati. Gli scienziati hanno chiesto ai volontari di raccogliere i campioni in orari specifici, a digiuno e prima di lavare i denti, per cui in altri contesti la sensibilità potrebbe essere ridotta. La ricerca è stata caricata nel database online MEdRxiv-The preprint server for health sciences e non è ancora stata sottoposta a revisione. Il nuovo tampone salivare è stato finanziato grazie al contributo della Bill & Melinda Gates Foundation.

Contents.media
Ultima ora