×

Occhio di pernice come curarlo con rimedi naturali

default featured image 3 1200x900 768x576

L’occhio di pernice è una area di pelle spessa che si traduce in pressione eccessiva o frizione nel corso di una prominenza ossea.

L’occhio di pernice può verificarsi anche tra le dita, la parte posteriore dei talloni e la parte superiore del piede.

L’ispessimento della pelle è una risposta del corpo alla pressione o alla frizione. Spesso sono associati con una sporgenza dell’osso. Le cause sono dovute a delle scarpe che non sono adatte, ma anche a una deformità del piede e a un modo improprio di camminare.

Occhio di pernice come curarlo

Nel caso avessi l’occhio di pernice, il modo migliore per curarlo è pulire la zona infetta usando dell’acqua calda e del sapone neutro.

Strofinare la zona con un panno. Risciacquare il piede, poi asciugare usando un panno pulito. Alcune volte, l’occhio di pernice può dare adito a una sporgenza ossea ed essere molto dolorosa, causando una deformità al piede e richiedere un intervento per poterlo rimuovere definitivamente. Un altro rimedio per curare questo problema sono degli antibiotici o anche degli impacchi a base di aceto bianco, considerato un ottimo anti-batterico per ovviare al problema.

Occhio di pernice rimedi della nonna

Per prevenire il problema ed evitare la frizione tra un piede e l’atro, ci vengono in aiuto i rimedi della nonna. Tra i rimedi, si consiglia di mettere dei batuffoli di lana di agnello sul’occhio di pernice. In questo modo eviterai frizioni e sfregamenti. Ricorda che i batuffoli vanno cambiati almeno una volta al giorno. Un altro rimedio utile è del limone. Tagliane una fetta e applicala sulla zona infetta, avvolta da una garza e lasciala tutta la notte perché faccia effetto.

Occhio di pernice piede

L’occhio di pernice non è grave come patologia, ma può essere irritante e dolorosa. Per questo, è bene lavare il piede con del sapone e dell’acqua. Usa un panno o una pietra pomice per strofinare bene la zona intorno. Asciuga poi il piede con un panno pulito. Una crema e un antibiotico sono un ottimo metodo per curarlo.

Occhio di pernice vino

Molti conoscono occhio di pernice solo in riferimento alla patologia, ma vi è anche un vino che porta il nome di occhio di pernice. L’occhio di pernice è un vino tipico della zona di Montepulciano, in Toscana, che utilizza vitigni scuri come il San Giovese e la Malvasia Nera per ottenere un vino diverso dagli altri e dal gusto diverso.

Verruca plantare

Le verruche plantari sono dure escrescenze granulose che compaiono di solito sui talloni o punte dei piedi, le aree che sentono più pressione. Questa pressione può anche causare verruche plantari che crescono verso l’interno sotto un duro e spesso strato di pelle. Uno dei metodi migliori per curarlo è l’aceto di mele che si può applicare con un batuffolo di cotone sulla zona infetta e coprire con della garza. Un altro rimedio utile è la buccia di banana da applicare sulla zona trattata e della garza.

Contents.media
Ultima ora