×

Paola Ferrari si scaglia contro Diletta Leotta: ‘Non è un volto Rai’

default featured image 3 1200x900 768x576

Paola Ferrari continua a scagliarsi contro Diretta Leotta e sulla sua presenza al Festival di Sanremo dicendo che non è un volto della Rai.

Paola Ferrari, volto sportivo della Rai, continua ad attaccare la collega Diletta Leotta, di Sky, che presenzierà al Festival di Sanremo e ammette che non è giusto invitarla in quanto non è un volto della Rai.

Il programma Sbandati di Rai 2 ha presentato volti del giornalismo personaggi come la Leotta di Sky, la D’Amico sempre di Sky e Micaela Calcagno di Mediaset, ma sessuno della Rai, come polemizzato dalla Ferrari su Twitter con questo commento: “La Rai come il solito non rispetta i suoi giornalisti. Uno schifo”.

Il fatto che la Leotta sarà presente a sanremo nello spazio Tutti cantano Sanremo ha nuovamente fatto infuriare la Ferrai, la quale ha fatto le seguenti affermazioni sul settimanale Chi: “Certo che non sono contenta che abbiano invitato Diletta Leotta a Sanremo.

C’è tanta gente che lavora in Rai, e non parlo solo di giornalisti, c’è ancora un orgoglio Rai e quindi ci restiamo un po’ male. Certo che in tante cose, se si badasse a quello che di buono fanno i giornalisti dell’azienda”.

Ovviamente non è un invito da parte della Ferrari di andare a Sanremo, bensì avrebbe visto meglio qualcuno come Giorgia Cardinaletti al suo posto, in quanto rappresenta un tipo di femminilità a lei motlo gradevole.

“A Sanremo non ci devo andare io, il Festival l’ho fatto per tanti anni come giornalista. Non chiamate la vecchia Ferrari che fa solo grandi ascolti e c’è la mania di rottamare tutto, ma abbiamo altre giornaliste molto brave, mi piacerebbe che all’Ariston ci fosse anche un volto nostro che è in antitesi come immagine, poi non parlo di valore giornalistico. Abbiamo Giorgia Cardinaletti della Domenica sportiva che poteva essere in contrapposizione con un’immagine come quelle della Leotta perché Giorgia ha 28 anni, è una bellissima ragazza, completamente diversa, arriva da Rai News e ha un approccio diverso dal punto di vista estetico e dell’immagine.

Dico che bisogna fare più squadra e avendo un carattere fumantino, un po’ ribelle, è difficile per me tacere. Ecco, mi sarebbe piaciuto che Giorgia fosse sul palco di Sanremo”.

Contents.media
Ultima ora