×

Pensioni e Quota 100, l’esecutivo cerca un miliardo in più da stanziare nella manovra

Il mancato rinnovo di Quota 100 annunciato dal Premier Draghi ha portato alla luce diverse criticità. L'esecutivo cerca ora un miliardo in più.

Pensioni Quota 100
Pensioni Quota 100

Il mancato rinnoovo di Quota 100 annunciato dal Presidente del Consiglio Mario Draghi, ha aperto la strada a diverse a criticità e nodi da risolvere. La decisione del Premier di porre la pietra tombale su quello che era stato il cavallo di battaglia del primo Governo Conte non sarebbe stato digerito dalla Lega con Salvini che ha ribadito più volte che ritornare alla riforma Fornero sarebbe stato impraticabile.

Proprio per questo il Governo starebbe cercando la via della mediazione. Nella manovra, stando a quanto scrive Adnkronos e a quanto riportato da fonti del Governo, potrebbe essere integrato un miliardo in più, rendendo in questo modo il passaggio da Quota 100 a Quota 102 meno doloroso.

Pensioni Quota 100, Draghi: “Occorre assicurare la gradualità”

Del resto il Premier Mario Draghi, al termine del Consiglio Europeo a Bruxelles aveva precisato come la via corretta da perseguire fosse quella di un corretto passaggio alla normalità che tradotto significherebbe ritornare ai vecchi equilibri instaurati ai tempi della riforma Fornero.

Draghi infatti non ha nascosto di non aver condiviso i cardini di una manovra che ora verrà smantellata. “Io non concordavo con Quota 100 e non verrà rinnovata, ora occorre assicurare una gradualità nel passaggio a quella che era una normalità”, sono le parole del Premier.

Pensioni Quota 100, fonti Lega: “Lavoriamo ad una mediazione ragionevole”

Nel frattempo riportano fonti della Lega citate da Adnkronos, il Carroccio starebbe lavorando “ad una mediazione ragionevole, che potrebbe essere quota 102 con strumenti per consentire la pensione ad alcune categorie specifiche come i lavoratori precoci o per quelli di imprese sotto i 15 dipendenti”.

Ha quindi spiegato: “La Lega è tendenzialmente favorevole a fondi da destinare direttamente ai lavoratori per consentire loro e non all’azienda una libera scelta sulla propria pensione”.

Pensioni Quota 100, Salvini: “Mi interessa difendere lavoratori e pensionati”

Il leader della Lega Matteo Salvini proprio su questo fronte ha ribadito il concetto ha affermando che ora è importante tutelare “lavoratori e pensionati ed evitare il ritorno alla legge Fornero”. Ha infine aggiunto: “Ci stiamo lavorando con Draghi, partendo dalla tutela dei lavoratori precoci e dei dipendenti delle piccole imprese, troveremo sicuramente una soluzione positiva”.

Contents.media
Ultima ora