×

Pensioni, Il Premier Mario Draghi ha annunciato che non ci sarà il rinnovo della Quota 100

Quota 100 non verrà rinnovata. Questo l'annuncio del Presidente del Consiglio Mario Draghi. Ha assicurato un graduale passaggio alla normalità.

Quota 100 non rinnovata

Ci sono degli sviluppi su Quota 100: il Premier Mario Draghi, al termine del Consiglio Europeo a Bruxelles, ha annunciato che non verrà rinnovata ponendo di fatto a una pietra tombale a quello che fu un cavallo di battaglia del primo Governo Conte.

Ha quindi precisato che verrà assicurata “una gradualità nel passaggio a quella che era una normalità”.

Quota 100 non rinnovata, “Abbiamo un anno per parlare di revisione”

Il Presidente del Consiglio ha poi dedicato spazio al Patto di Stabilità che potrebbe essere revisionato nel giro di un anno. Ha quindi precisato. “c’è tempo per maturare punti di vista che siano realistici”, ha aggiunto. In ogni caso il passaggio da Quota 100 a 102 prima e 104 poi, avverrà per tappe.

Nel 2022 con l’introduzione di Quota 102 potrebbe essere possibile andare in pensione con 64 anni di età e 38 di contributi, mentre nel 2023 si passerà al Quota 104. Questo permetterebbe un passaggio il più morbido possibile verso quello che il Premier ha definito “normalità”.

Quota 100 non rinnovata, Salvini: “Importante non tornare alla Fornero”

Non è mancato il commento a caldo del leader della Lega Matteo Salvini che ha fatto il punto di quelle che dovrebbero essere le priorità: “Stiamo lavorando per tutelare il diritto all’occupazione e alla pensione, ci lavoro io direttamente con il presidente Draghi: l’importante è non tornare alla legge Fornero”.

A questo proposito ha aggiunto: “Non vogliamo chiamarla Quota 100, la chiamiamo Quota Y. L’importante è non portare via 5, 6, 7 anni di vita a tanti lavoratori”.

Non si è sbilanciato troppo invece il Ministro del lavoro Andrea Orlando che, ha dedicato una riflessione alla possibilità delle donne di andare in pensione prima degli uomini: “Non mi convince […] sembra una cosa del Ventennio”, sostiene il Ministro.

Quota 100 non rinnovata, “Contagi in Italia in salita”

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha riflettuto sull’attuale situazione pandemica in Italia, affermando che i contagi sono di nuovo in salita: “sono maggiori di pochi giorni fa. Dobbiamo capire se sono maggiori perché il numero di tamponi è molto più elevato di prima, visto che siamo passati da 300mila a più di mezzo milione regolarmente. Tra qualche giorno sapremo se è dovuto a questo o se è il prodotto di una diffusione”.

Contents.media
Ultima ora