×

Perché il salmone fa bene: proprietà e benefici

Condividi su Facebook
salmone
salmone

Il salmone fresco o affumicato, ma anche il salmone in scatola, è un pesce ricco di Omega 3 e di proprietà benefiche. Vediamo insieme nel dettaglio quali effetti positivi ha sul nostro corpo e perché fa bene mangiarlo.

Il salmone: nutrienti principali

Il salmone è uno dei pesci più utilizzati in cucina grazie al suo gusto intenso ed è possibile trovarlo sia fresco che in scatola oppure affumicato. Oggigiorno il salmone più diffuso da noi è quello d’allevamento, visto che in Europa, purtroppo, quello selvaggio è praticamente estinto a causa di fattori quali inquinamento, pesca intensiva e cambiamenti climatici. Infatti, l’unico posto in cui vi è un’abbondanza di salmone e dove invece ne è vietato l’allevamento, è l’Alaska. Quindi se si vuole un salmone naturale è sempre bene controllare le etichette e verificarne la provenienza.

Il salmone è ricco di nutrienti utilissimi al benessere del nostro organismo:

  • Proteine
  • Grassi polinsaturi (Omega 3)
  • Fosforo
  • Selenio
  • Vitamina B1, B3, B6, B12 e A
  • Sali minerali

Vediamo di spiegare la funzione di alcuni di questi nutrienti: la vitamina B1 è fondamentale per la creazione di energia muscolare, la vitamina B3 favorisce la respirazione delle cellule, la vitamina B6 svolge la funzione di coenzima di svariati enzimi legati al metabolismo degli aminoacidi, mentre la vitamina B12 è essenziale per la creazione dei globuli rossi e la vitamina A è importantissima per la vista. Per quanto riguarda fosforo e selenio, il primo, tra le altre cose, aiuta le ossa e le membrane cellulari, mentre il selenio è un antiossidante naturale. E gli Omega 3?

Omega3: cosa sono e dove trovarli

Come dicevamo, il salmone è un alimento ricco di Omega 3. Vediamo insieme che cosa sono esattamente e dove è possibile trovarli.
Gli Omega 3 sono acidi grassi polinsaturi essenziali appartenenti alla categoria dei lipidi che ricoprono un ruolo fondamentale per il nostro benessere ma che non possono essere sintetizzati dal corpo umano. Per questo motivo è importante assumere gli Omega 3 attraverso l’alimentazione o con la somministrazione di integratori alimentari.

Si differenziano dagli Omega 6, anch’essi acidi della stessa tipologia, per poche ma fondamentali caratteristiche: la prima è che gli Omega 6 sono molto più presenti rispetto agli Omega 3 negli alimenti della dieta occidentale; la seconda è che gli Omega 3 svolgono un’azione antinfiammatoria, mentre gli Omega 6 favoriscono anche la sintesi degli acidi eicosanoidi pro-infiammazione. Ciò però non vuol dire che siano nocivi per la salute, al contrario sono fondamentali per la salute del cuore. Basterà semplicemente seguire una dieta sana ed equilibrata e per farlo è consigliabile recarsi sempre da un bravo nutrizionista.

Oltre a essere in grado di favorire un’azione antinfiammatoria e a ostacolare batteri patogeni, gli Omega 3 sono utilissimi anche per la memoria, riducono il rischio di trombosi e di ictus e aiutano in caso di depressione.

Insieme al salmone, altri cibi in cui è possibile trovare un’alta concentrazione questi grassi polinsaturi sono:

  • Olio extravergine d’oliva
  • Acciughe
  • Uova
  • Semi di lino
  • Merluzzo
  • Acciughe
  • Tonno
  • Olio di pesce
  • Spinaci
  • Sgombro
  • Avocado

Gli Omega 3 sono fondamentali per molte strutture del nostro corpo perché non solo apportano diversi benefici, ma sono anche in grado di prevenire alcune patologie. Dal sistema nervoso al sistema cardiovascolare fino a ossa e muscoli, gli effetti positivi degli Omega 3 sono davvero tanti.

Benefici del salmone: l’azione degli Omega 3

Come dicevamo, grazie soprattutto a un’altissima concentrazione di Omega 3 e di tanti altri nutrienti, sono tanti i benefici che si possono trarre inserendo il salmone nell’alimentazione. Vediamoli nel dettaglio:

  • Gli Omega 3 costituiscono un valido aiuto per il sistema cardiovascolare. Infatti, aiutano a prevenire patologie cardiache grazie all’azione dell’acido eicosapentanoico (EPA) e dell’acido docosaesaenoico, che ostacolano i livelli di colesterolo LDL e di trigliceridi e riducono la pressione sanguigna.
  • Il consumo di salmone incide positivamente anche sulla ricostruzione delle cellule della pelle e combatte l’invecchiamento precoce. Inoltre, aiuta nel caso di malattie della pelle come rosacea e psoriasi.
  • Il salmone è un ottimo alleato del cervello: favorisce le attività mentali, riduce il rischio di ictus e aiuta la memoria e a mantenere la mente fresca e attiva.
  • Gli Omega 3 presenti nel salmone combattono l’ipergliceridemia e l’ipertensione.
  • Mangiare salmone aiuta a ridurre i livelli di colesterolo cattivo (LDL) favorendo lo sviluppo del colesterolo buono (HDL).
  • Aiuta la circolazione sanguigna e riduce il rischio di trombosi
  • Favorisce l’aumento della massa muscolare, infatti il salmone è un alimento molto consumato anche da chi pratica sport a livello agonistico.
  • Il salmone è utilissimo anche alle ossa grazie all’alta concentrazione di calcio presente nella sua carne. Aiuta infatti a prevenire malattie come l’osteoporosi e a rallentare l’invecchiamento delle ossa.

Questi sono solo alcuni dei vantaggi che si possono ottenere assumendo il salmone regolarmente. Come si può ben vedere, gli effetti positivi di questo pesce sono innumerevoli ed è quindi molto importante non eliminarlo dalla propria dieta.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media