×

Coronavirus, cannabis terapeutica come cura: la proposta di Ciampolillo

Condividi su Facebook

L'ex grillino Lello Ciampolillo propone la cannabis terapeutica anti Coronavirus in una lettera a Speranza.

Coronavirus, Ciampolillo propone cannabis terapeutica
L'ex grillino propone la cannabis terapeutica per curare il Coronavirus

Sconfiggere il Coronavirus con la cannabis terapeutica? Lello Ciampolillo lo ritiene possibile. Il senatore del gruppo Misto, recentemente espulso dal Movimento, lo ha scritto in una lettera indirizzata a Roberto Speranza, ministro della Salute.

Ciampolillo: cannabis terapeutica anti Coronavirus

Lello Ciampolillo riporta che la vaporizzazione di cannabis terapeutica ha già avuto effetti positivi sui pazienti terminali, affetti da gravi problemi dell’apparato respiratorio: “È noto, del resto, che gli oltre 800 principi attivi contenuti nel fiore rafforzano in modo significativo le difese immunitarie”, scrive nella lettera.

Coronavirus, Ciampolillo propone cannabis terapeutica

Fra i prodotti derivanti dalla Cannabis il Bedrocan potrebbe essere un candidato come antidoto per il Coronavirus, soprattutto se somministrato agli anziani. “Alleviando i problemi delle vie respiratorie sarà più agevole assicurare la guarigione e consentirà di ricondurre nella normalità questo virus”, dice Ciampollilo.

Prosegue lo studio del vaccino

Fantascienza? Non è detto. Intanto negli Stati Uniti è partita la sperimentazione umana per un possibile vaccino contro il Covid-19, mentre dall’Ospedale Sacco di Milano comunicano di aver isolato il “ceppo italiano” del virus.

Un grande traguardo per il nostro Paese. Il ceppo è stato isolato in quattro pazienti di Codogno, Lodi, per poter seguirne le sequenze molecolari al fine di capire coma abbia fatto il Coronavirus a circolare e in quanto tempo. Il prossimo passo sarà lo studio di un antidoto e di farmaci per contrastare l’epidemia.

I primi guariti dal Coronavirus

Nonostante la conta in aumento di casi risultati positivi, dei quali ricordiamo fanno parte sia i sospetti che i confermati, in Italia si sono registrati i primi pazienti guariti dal Coronavirus. Sono 45 contro i 17 purtroppo deceduti, la maggior parte dei quali si trova in Lombardia.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.

Leggi anche

Contents.media