×

Coronavirus e scuole chiuse, Azzolina: “No al 6 politico, serve responsabilità”

Lucia Azzolina torna a parlare sulle conseguenze del coronavirus nelle scuole e rassicura insegnanti e alunni.

coronavirus azzolina scuole chiuse
obbligo scolastico proposta

Il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina è intervenuta sull’emergenza coronavirus rilanciando la didattica a distanza e chiedendo alle scuole chiuse un senso di responsabilità. Ha inoltre assicurato che, qualora la situazione non migliorasse, preparerà un piano anche per gli esami di maturità.

Coronavirus, Azzolina sulle scuole chiuse

La donna ha parlato delle conseguenze che lo stop all’attività scolastica potrebbe avere sull’anno scolastico dichiarandosi fermamente contraria all’ipotesi del 6 politico.

A chi l’ha proposto, ha infatti chiesto di essere responsabile e non fare richieste azzardate. Dichiarandosi speranzosa sul fatto che gli alunni possano ritornare nelle proprie aule, ha poi affermato di aver pronto un piano di emergenza qualora ciò non dovesse accadere.

Ha inoltre rilanciato le attività didattiche a distanza, messe a punto da alcuni istituti scolastici che per fronteggiare la diffusione del virus sono stati costretti alla chiusura.

Per le scuole che invece non sono ancora attrezzate, ha spiegato di aver aperto una pagina sul sito del Miur che detta le indicazioni. Qui si trovano le lezioni di formazione per i docenti e le piattaforme che permettono di avere classi virtuali a tutti gli effetti. Infine vi sono caricati anche dei materiali multimediali forniti da Rai e Treccani.

Sono ottimista, riceviamo tantissimi messaggi di persone che sono più in difficoltà e che stiamo aiutando.

Ma anche quelli di altri che stanno facendo benissimo e si offrono di aiutare“, ha rassicurato. Ha infine chiarito che, se l’emergenza coronavirus dovesse prolungarsi costringendo le scuole a rimanere chiuse per molto, potrebbe mettere mano al calendario scolastico per recuperare i giorni persi.

Ha per esempio ipotizzato la posticipazione della fine dell’anno in modo da recuperare, anche parzialmente, i giorni di lezione non effettuati.

Contents.media
Ultima ora